Petroșani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Petroșani
comune
Petroșani – Stemma
Petroșani – Veduta
Localizzazione
Stato Romania Romania
Regione Wappen Großfürstentum Siebenbürgen.png Transilvania
Distretto Actual Hunedoara county CoA.png Hunedoara
Territorio
Coordinate 45°25′N 23°22′E / 45.416667°N 23.366667°E45.416667; 23.366667 (Petroșani)Coordinate: 45°25′N 23°22′E / 45.416667°N 23.366667°E45.416667; 23.366667 (Petroșani)
Superficie 195,56 km²
Abitanti 43 948 (2007)
Densità 224,73 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 335700
Fuso orario UTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Romania
Petroșani
Posizione del comune all'interno del distretto
Posizione del comune all'interno del distretto
Sito istituzionale

Petroșani (in tedesco Petroschen, in ungherese Petrozsény) è un municipio della Romania di 43.948 abitanti, ubicato nel distretto di Hunedoara, nella regione storica della Transilvania. È un attivo centro di turismo alpino, base di escursioni sui monti Vâlcan, Parâng e Bâniţa dove sono ancora visibili i resti di un centro abitato preromano.

Fanno parte dell'area amministrativa anche le località di Dâlja Mare, Dâlja Mică, Peștera e Slătinioara.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La città venne fondata attorno al 1640; nel 1720 il cartografo Fridrich Schwantz scrisse che l'intera valle del fiume Jiu era intensamente popolata e che i villaggi si susseguivano con continuità.

La città mantenne comunque per molti decenni dimensioni modeste ed il censimento del 1818 riportava 233 abitanti a Petroșani e 2.550 nell'intera vallata.

Un primo consistente sviluppo avvenne dopo il 1840, anno in cui si iniziarono a coltivare le miniere di carbone a cielo aperto a Petroșani, Vulcan e Petrila.

Il regime comunista intese dare una forte spinta alla produzione di carbone, obbligando a trasferirsi nella zona numerosi lavoratori provenienti dalla Moldavia, il che portò Petroșani ad una vera e propria esplosione demografica.

Ancora oggi l'economia della città si basa essenzialmente sull'attività mineraria e sulla produzione di energia elettrica, con alcune centrali termiche a carbone che sfruttano la risorsa locale.

Monumenti[modifica | modifica sorgente]

Il più antico monumento della città è la Chiesa dei SS. Arcangeli (Sfinţii Arhangeli) del XVIII secolo.
Altri luoghi di interesse sono la chiesa luterana (1892-1896), il Museo Minerario (1900), la chiesa unitariana (1924-1928) ed il palazzo dell'università (1948).

Città gemellate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Romania Portale Romania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Romania