Athanasios V Matar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Athanasios V Matar
patriarca della Chiesa cattolica
Incarichi ricoperti arcieparca di Hauran
eparca di Sidone
Nato  ? a Damasco
Ordinato presbitero 1782
Consacrato vescovo 1798
Elevato patriarca 14 agosto 1813 (eletto)
Deceduto 20 novembre 1813 a Abra

Gabriel Matar (Damasco, ... – 20 novembre 1813) è stato un patriarca cattolico siriano, arcieparca di Hauran, poi eparca di Sidone, e infine ottavo patriarca della Chiesa melchita con il nome di Athanasios V.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gabriel Matar nacque a Damasco. Era fratello del patriarca Agapios III Matar e come lui entrò nell'Ordine Basiliano del Santissimo Salvatore. Per un certo periodo studiò a Roma; fu ordinato sacerdote nel 1782. Nel 1798 il fratello Agapios III lo consacrò vescovo di Hauran e nel 1800 venne trasferito alla sede di Sidone.

Alla morte del patriarca Ignatios IV Sarrouf, il sinodo elettorale si riunì nel seminario di Ain Traz, presso Beirut, nel mese di agosto del 1813; il 14 agosto[1] fu eletto nuovo patriarca Gabriel Matar, che prese il nome di Atanasio. Egli pose la sede patriarcale nel seminario di Ain Traz. La sua elezione non fu confermata dalla Santa Sede, poiché Matar moriva di peste il 20 novembre successivo mentre si trovava nel monastero Sant'Elia di Abra.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il 2 agosto secondo il calendario giuliano.
  2. ^ Iuris pontificii de Propaganda Fide riporta l'allocuzione concistoriale del 28 luglio 1817, nella quale papa Pio VII riassume brevemente la storia dei quattro patriarchi che si susseguirono sulla sede melchita dal 1812 al 1816. A proposito di Athanasius Matar dice:
    « Novem post menses ab huius interitu, die scilicet XIV aug. anni MDCCCXIII, ad patriarchatum eiusdem urbis electus est Agapii superius memorati frater Athanasius Matar. Hic etiam die XXI (sic) novembris eius anni nondum a nobis confirmatus praematura morte occubuit. »
    (Iuris pontificii de Propaganda Fide, vol. IV, p. 559, nota.)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Patriarca di Antiochia dei Melchiti Successore PatriarchNonCardinal PioM.svg
Ignatios IV Sarrouf 14 agosto 1813 - 20 novembre 1813 Macarios IV Tawil