Yellow - Le cugine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Yellow - Le cugine
Titolo originale Yellow - Le cugine
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1969
Durata 89 min
Genere thriller
Regia Gianfranco Baldanello
Soggetto Augusto Finocchi, Vittorio Metz
Sceneggiatura Augusto Finocchi
Casa di produzione Cinematografica Associati
Fotografia Luciano Trasatti
Montaggio Bruno Mattei
Musiche Lallo Gori
Interpreti e personaggi

Yellow - Le cugine è un film del 1969, diretto da Gianfranco Baldanello.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Alla morte dell'anziano nonno, la spregiudicata Valentina si trasferisce nella casa del defunto avo, con lo scopo di incassare la sua quota di eredità. Valentina, sposata a Pierre, giunta nella dimora del nonno, fa la conoscenza della cugina Marta. Le due cugine sono molto diverse fra loro: se Valentina appare assai libera di costumi, Marta, al contrario, presenta un comportamento morigerato e moralmente intransigente. La convivenza fra Valentina, Pierre e Marta non sembra funzionare anche se, col passare del tempo, Marta finisce col tollerare il comportamento della cugina, se non altro ignorandola. Quando Valentina viene rinvenuta brutalmente assassinata i primi sospetti sembrano cadere su Pierre poi, di conseguenza, su una serie di personaggi poco raccomandabili frequentati da Valentina. Rimasti soli, Pierre e Marta, finiranno con l'avvicinarsi e, fra loro, nascerà una relazione. Solo alla fine si scoprirà che, ad uccidere Valentina, era stata proprio Marta, segretamente interessata al marito della cugina e fermamente intenzionata ad ereditare l'intero ingente patrimonio del nonno. Scoperta, Marta si suicida...

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema