Wonder (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(EN)

« Everyone in the world should get a standing ovation at least once in their life because we all overcometh the world. — Auggie »

(IT)

« Ognuno dovrebbe ricevere una standing ovation almeno una volta nella vita, perché tutti "vinciamo il mondo". — Auggie »

(R. J. Palacio, Wonder, Appendice)
Wonder
Autore R.J. Palacio
1ª ed. originale 2012
1ª ed. italiana 2013
Genere romanzo
Lingua originale inglese
Ambientazione New York
Protagonisti August Pullman
Altri personaggi Olivia Pullman, Summer, Jack, Justin, Julian, Miranda, Nate Pullman, Isabelle Pullman

Wonder è il romanzo d'esordio di Raquel Jaramillo pubblicato nel 2012 sotto lo pseudonimo di R.J. Palacio e uscito in Italia l'anno seguente. Il racconto segue le vicende di August Pullman, affetto da una deformazione craniofacciale, che per la prima volta affronta il mondo della scuola entrando in prima media.

In un'intervista[1], l'autrice racconta che l'idea di Wonder nasce da una sua esperienza personale: un giorno al parco, insieme ai figli, incontra una bambina affetta dalla Sindrome di Treacher Collins e la sua prima reazione è quella di alzarsi di scatto dalla panchina e allontanarsi, per timore che il figlio minore possa spaventarsi e dire un commento spiacevole. Il profondo turbamento seguito al suo comportamento insensibile l'ha spinta a scrivere il romanzo.


Trama[modifica | modifica wikitesto]

August Pullman, ragazzo di 10 anni, è affetto dalla Sindrome di Treacher Collins causa della sua faccia storta, che lascia però intatto tutto il resto. A causa dei numerosi interventi chirurgici ha ricevuto un'istruzione accurata a casa. I genitori ritengono che per il figlio sia giunto il tempo di andare a scuola e propongono ad August di visitare la Beecher Prep School prima dell'inizio dell'anno scolastico. In questa visita conosce il preside, il signor Kiap, e tre ragazzi, Julian, Jack e Charlotte, che svolgeranno un ruolo importante nelle vicende del protagonista. Jack e Charlotte saranno i suoi amici, mentre Julian sarà l'antagonista.

Durante la pausa pranzo August conosce Summer Dawson, l'unica ragazzina della scuola che non si vergogna di sedere con lui alla mensa. I due con una buona amicizia decidono di dare al proprio tavolo il nome di "summer only lunch table" (tavolo riservato all'estate) giocando con i loro nomi e sul fatto che si siedono solo loro.

Quando la Beecher Prep ospita la festa di Halloween, August partecipa vestito da Urlo sanguinante. Entrando in classe ascolta involontariamente una conversazione tra Jack e Julian che non si accorgono di lui a causa del travestimento, poiché aveva annunciato di venire travestito da Boba Fett. Dopo aver sentito Jack affermare che Auggie, in realtà, non gli piace, lui fugge in bagno a piangere. Decide quindi di andarsene dalla scuola, ma la sorella Olivia lo convincerà a rimanere. Tornato a scuola August racconta a Summer la vicenda che lo ha ferito facendole promettere di non dirlo a Jack. La ragazzina rispetta il patto ma quando Jack chiede spiegazioni a lei per il comportamento di August, lei risponde solamente "Urlo Sanguinante". Jack inizialmente non capisce il significato ma poi scopre che il ragazzino vestito da Urlo sanguinante era August. Da ciò il ragazzino capisce perché ultimamente Auggie si è fatto silenzioso e alla larga da ogni problema. Quindi va a scusarsi e a dare le vere motivazione che lo avevano spinto ad esprimersi così in quell'occasione.

A causa di gravi problemi all'udito August deve iniziare a portare degli apparecchi acustici piuttosto fastidiosi che non gli piacciono.

Due giorni dopo August va con la scuola in una gita di più giorni ad un parco grande con anche altri ragazzi di altri istituti scolastici. Durante la serata in cui viene proiettato un film all'aperto August e altri devono andare in bagno ma la coda per i servizi è lunga. Decidono quindi di imbucarsi nel bosco dove incontrano un gruppo di terza media che se la prende con August rubandogli gli apparecchi acustici. Alcuni compagni si recano nel bosco ad aiutarli e riescono così a fuggire.

Al termine dell'anno scolastico i professori, i ragazzi e le famiglie si ritrovano per la premiazione degli studenti migliori. Uno dei premi più ambiti è l'"Henry Ward Beecher" conferito per la grandezza e il valore umano. il premio viene assegnato ad August Pullman. Tutti gli studenti vorranno avere una foto con lui. Sulla strada verso casa August nota che la madre sta camminando un po' indietro, le si avvicina per ringraziarla di averlo iscritto a scuola e lei conclude il libro dicendo: "Sei un prodigio, Auggie. Un vero prodigio, Wonder."

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Il libro è diviso in otto parti, ciascuna narrata in prima persona da un diverso personaggio:

  • Parte prima — August
  • Parte seconda — Via
  • Parte terza — Summer
  • Parte quarta — Jack
  • Parte quinta — Justin
  • Parte sesta — August
  • Parte settima — Miranda
  • Parte ottava — August

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • August "Auggie" Pullman: è il protagonista della serie, ha 10 anni e soffre di disostosi mandibolo-facciale. Ha una sorella di nome Via. È appassionato di Guerre Stellari e i suoi migliori amici sono Jack e Summer. Dopo il campeggio farà amicizia con Amos, Miles ed Henry.
  • Olivia "Via" Pullman: è la sorella maggiore di August. Ha 15 anni e ha un fidanzato di nome Justin. Prima del liceo era la migliore amica di Miranda ed Ella, ma poi le odierà per via del loro atteggiamento.
  • Justin: è il fidanzato di Olivia e suona il violino. Scrive in una maniera molto superficiale quando narra. Indossa degli occhiali tondi per una probabile miopia e ha dei capelli neri e lunghi.
  • Jack Will: è il migliore amico di August e lo diventa perché il preside della scuola, il signor Kiap, gli dice di essere gentile con lui. Con il tempo si abitua al suo aspetto e diventa il suo migliore amico.
  • Summer Dawson: è una ragazza che diventa molto amica di August dopo che è stata l'unica a volersi sedere con lui in mensa il primo giorno di scuola.
  • Julian: è uno dei ragazzi ai quali il Signor Kiap ha detto di essere gentili con August, ma si rivelerà un antipatico.
  • Charlotte Cody: una ragazza molto intelligente alla quale il Signor Kiap ha detto di essere gentile con August. È innamorata di Jack.
  • Christopher: è un amico di August di vecchia data, che nel romanzo viene nominato facendo intendere l'importanza che abbia avuto nella vita di August, ma che comunque non compare in quanto trasferitosi in un'altra città.
  • Amos, Miles ed Henry: sono degli amici di Jack che diventano amici anche di August dopo il campeggio.
  • Signor Kiap: è il preside della scuola, ha accolto August alla Beecher Preep e verso di lui ha una particolare stima. Per facilitare il suo inserimento chiede a Jack, Julian e Charlotte di essere suoi amici e illustrargli la scuola.
  • Miranda: migliore amica di Olivia, cresciuta sin da piccola con lei e con August (considerato da lei il suo fratellino). Successivamente a causa del proprio cambiamento da teenager, rompe i rapporti con Olivia, ma riesce invece a rimanere in stretti contatti con la famiglia Pullman e con August soprattutto.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

La rubrica TuttoLibri de La Stampa ha accolto positivamente l'uscita del libro in Italia definendolo "strabiliante" ed encomiando la scrittrice per il tono "sincero, pieno, efficace, senza il minimo di retorica o scontatezza"[2].

Per l'articolista M. C. Carratù de la Repubblica il libro di R. J. Palacio è capace di evocare una "sfida epocale", quella di essere se stessi in un mondo avverso[3].

"È una storia travolgente" per L'Osservatore Romano, e uno di quei romanzi "che ti fanno sentire bene, che ti scaldano nel profondo le ossa, come è capace solo il sole inatteso in una rigida giornata d'inverno"[4].

Negli Stati Uniti è rimasto in classifica per 56 settimane[5] e ha raggiunto la prima posizione nella sezione dei "children middle-grade" del New York Times best-sellers[6].

L'editore italiano ha messo a disposizione la versione digitale del libro a 8.000 insegnanti di scuola primaria e secondaria per "sostenere e diffondere i valori racchiusi nella storia di August"[5].

Copertina[modifica | modifica wikitesto]

Gli editori di Francia, Germania e Regno Unito hanno pubblicato il libro con due copertine diverse: una per ragazzi e l'altra per adulti, in evidente contraddizione con il claim che recita: "non giudicare un libro (un ragazzo) dalla copertina (dalla faccia)". In Italia la copertina è unica[7].

Spin-off[modifica | modifica wikitesto]

Il romanzo ha avuto tanto successo che i fan hanno richiesto all'autrice un sequel. In particolar modo, visto che il romanzo mostra i diversi punti di vista dei personaggi, hanno richiesto di poter leggere il racconto dal punto di vista di Charlotte, Julian e Christopher. L'autrice ha quindi scritto tra il 2013 e il 2014 tre libri spin-off, pubblicati negli Stati Uniti tra il 2014 e il 2015. In Italia il primo libro, A Wonder Story - Il libro di Julian, è stato pubblicato a maggio 2015, il secondo, A Wonder Story - Il libro di Christopher, nel gennaio 2016, mentre il terzo, A Wonder Story - Il libro di Charlotte, è previsto per ottobre 2016.

Adattamento cinematografico[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Wonder (film).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Interview with RJ Palacio, author of Wonder, telegraph.co.uk. URL consultato il 27 settembre 2016.
  2. ^ Elena Jamillo, Nel giardinetto c'è un bambino senza volto, in "TuttoLibri", supplemento a "La Stampa", 4 maggio 2013.
  3. ^ M.C. Carratù, Meraviglioso piccolo August che rivoluziona la vita di tutti, in "La Repubblica" ed. Firenze, 30 giugno 2013.
  4. ^ Giulia Galeotti, Ma tu cosa vedi?, in "L'Osservatore Romano", 14 luglio 2013.
  5. ^ a b Ilaria Cairoli, 'Wonder' e il successo di August: un normale ragazzino speciale, cultura.panorama.it. URL consultato il 24 novembre 2013.
  6. ^ New York Times best seller list of June 2013, nytimes.com.
  7. ^ Severino Colombo, Wonder, libro (bellisimo) con due facce, in "laLettura", supplemento al "Corriere della Sera", 2 giugno 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura