William Gordon, II conte di Aberdeen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

William Gordon, II conte di Aberdeen (22 dicembre 1679Edimburgo, 30 marzo 1745), è stato un nobile e politico scozzese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era il figlio di George Gordon, I conte di Aberdeen, e di sua moglie, Anne Lockhart.

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Ha ricoperto la carica di deputato per Aberdeenshire (1708-1709). Siccome suo fratello maggiore morì nel 1691, egli succedette al padre nel 1720 e un anno dopo è stato eletto come rappresentante pari per la Camera dei lord.

Matrimoni[modifica | modifica wikitesto]

Primo Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, il 23 aprile 1708, Lady Mary Leslie, figlia di David Leslie, V conte di Leven, e di Anne Wemyss. Ebbero due figlie:

Secondo Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, il 25 aprile 1716, Lady Susan Murray, figlia di John Murray, I duca di Atholl, e di Lady Catherine Hamilton. Ebbero quattro figli:

Terzo Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, il 9 dicembre 1729, Lady Anne Gordon, figlia di Alexander Gordon, II duca di Gordon, e di Lady Henrietta Mordaunt. Ebbero sei figli:

  • Lord William Gordon (1730-1816);
  • Lord Cosmo Gordon (1731-1783);
  • Lord Alexander Gordon (1739-1792), sposò Anne Duff, ebbero dieci figli;
  • Lord Charles Gordon (1740-1771);
  • Lady Henrietta Gordon (1741-?), sposò Robert Gordon, XIV Hallhead, ebbero tre figli;
  • Lady Elizabeth Gordon (1742).

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Morì il 30 marzo 1745, a 65 anni, a Edimburgo.


Controllo di autorità VIAF: (EN66323394 · ISNI: (EN0000 0000 4730 5320
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie