Who Came First

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Who Came First
Artista Pete Townshend
Tipo album Studio
Pubblicazione ottobre 1972
Durata 55:01
Dischi 1
Tracce 9
Genere Pop rock
Etichetta Decca/MCA (USA)
Track Records (UK)
Produttore Pete Townshend
Pete Townshend - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1980)

Who Came First è il primo album solista di Pete Townshend, chitarrista e compositore dei The Who. Il disco include pezzi scartati dal concept album mai pubblicato degli Who, Lifehouse, come anche un omaggio al suo mentore Meher Baba. Un dollaro per ogni copia venduta dal 1972 è stato devoluto in beneficenza.

Tracce (versione originale)[modifica | modifica wikitesto]

Lato A
  1. Pure & Easy - 5:32
  2. Evolution (Ronnie Lane) - 3:44
  3. Forever's No Time at All (Billy Nicholls, Katie Mclnnerney, Caleb Quaye) - 3:06
  4. Let's See Action - 6:25
Lato B
  1. Time Is Passing - 3:27
  2. There's a Heartache Following Me (canzone di Jim Reeves, eseguita da Pete Townshend) - 3:23
  3. Sheraton Gibson - 2:37
  4. Content (Kennedy/Pete Townshend) - 2:58
  5. Parvardigar (basata su una preghiera del Meher Baba, arrangiata ed eseguita da Pete Townshend) - 6:46

Ristampa[modifica | modifica wikitesto]

Bonus track ristampa del 1992 - Ryko CD e cassette[modifica | modifica wikitesto]

  1. His Hands - 2:11
  2. The Seeker - 4:34
  3. Day of Silence - 2:53
  4. Sleeping Dog - 2:59
  5. The Love Man - 4:59
  6. Lantern Cabin (piano) - 4:12

Bonus track del 2006 - Imperial (Giappone) CD[modifica | modifica wikitesto]

  1. Mary Jane - 2:35
  2. I Always Say - 5:50
  3. Begin the Beguine (canzone di Cole Porter, eseguita da Pete Townshend) - 4:49

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock