Vite di uomini non illustri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vite di uomini non illustri
AutoreGiuseppe Pontiggia
1ª ed. originale1993
GenereAntologia di racconti
Lingua originaleitaliano

Vite di uomini non illustri è una raccolta di biografie immaginarie scritto nel 1993 da Giuseppe Pontiggia. Nel 1994 il libro ha vinto il Premio Settembrini[1] ed è stato finalista al Premio Campiello.[2]

«Vitali Antonio Nasce per parto podalico il 2 luglio 1932 nella clinica Regina Elena di Trento. Sua madre gli ricorderà spesso, nel corso degli anni, i dolori che le ha provocato una nascita simile. Ma solo a cinquantun anni capirà quanto quella anomalia abbia influito sulla sua crescita. Glielo ripete, mentre lo tiene immerso nell'acqua calda della vasca, il 2 luglio 1983, la sua amica di Merano, che gli ha chiesto di rivivere l'evento.»»

(Giuseppe Pontiggia, Incipit de Vite di uomini non illustri, 1993)

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il libro racconta la vita di persone comuni e immaginarie, dalla nascita alla morte, cercando di coglierne i tratti essenziali che la contraddistinguono. Si tratta di diciotto brevi biografie immaginarie riportate fedelmente nella loro più esatta successione cronologica, con uno stile giornalistico.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Albo d’oro e composizione delle giurie (PDF), Regione del Veneto.
  2. ^ Premio Campiello, opere premiate nelle precedenti edizioni, su premiocampiello.org. URL consultato il 24 febbraio 2019.
  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura