Vincenzo Petagna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Vincenzo Petagna (Napoli, 17 gennaio 17306 ottobre 1810) è stato un botanico, medico ed entomologo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Antonino Petagna e Orsola Cuomo, studiò dapprima presso i Gesuiti e poi si impegnò in studi filosofici e medici che lo portarono nel 1754 alla laurea in medicina. Nel 1770 viaggiò in Austria e in Germania e al rientro intraprese studi di Storia naturale; quindi insegnò botanica a Napoli. Fu membro del Reale Istituto d'Incoraggiamento di Napoli e direttore dell'Orto botanico del monastero di Monteoliveto.[1]

Fu iscritto alla Real Deputazione della Salute, fu membro della nuova Real Società delle Scienze. Al suo nome è dedicata la Petagnaea gussonei.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Delle facultà delle piante. Trattato in cui s'espongono le virtù delle piante, tanto di quelle addette all'uso medico, quanto di quelle, che servono ad altri usi nella civile economia, ordinato secondo il sistema sessuale di Linneo. Napoli, Gaetano Raimondi, 1796.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Petagna è l'abbreviazione standard utilizzata per le piante descritte da Vincenzo Petagna.
Elenco delle piante assegnate a questo autore dall'IPNI
Consulta la lista delle abbreviazioni degli autori botanici.
Controllo di autoritàVIAF (EN76660438 · ISNI (EN0000 0000 0274 3538 · LCCN (ENn83061558 · GND (DE172862345