Vincenzo Gallina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Vincenzo Gallina (Ravenna, 1795Aleppo, 1842) è stato un patriota italiano. Avvocato liberale [1] o negoziante[2], appartenente alla Carboneria [3], parte del Consiglio Supremo Carbonico nelle Romagne [4]. Successivamente fu esiliato e si trasferì in Grecia con Conte Pietro Gamba e Lord Byron durante la guerra d'indipendenza del 1821. [5].
Collaborò con Alexandros Mavrokordatos e Theodoros Negri alla stesura della prima costituzione greca, denominata "Costituzione provvisoria della Grecia", che fu approvata il 1º gennaio 1822 dalla Prima Assemblea Nazionale di Epidauro[6][7]. Tale Costituzione traeva ispirazione dalla Costituzione redatta durante la Rivoluzione Francese, il 5 fruttidoro dell'anno III (22 agosto 1795) nel periodo del Direttorio.

In seguito si recò in Egitto e, infine, in Siria, dove morì nel capitale Aleppo nel 1842 all'età di 47 anni[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Towards Modern Greek Consciousness, Loukia Droulia, The Historical Review/La Revue Historique, Vol 1 (2004)
  2. ^ Francesco Gigliucci, Memorie della rivoluzione romana , Τόμος 1, Tip. di A. Checchi, 1851, pp. 243. URL consultato il 2 aprile 2011.
  3. ^ a b Via Vincenzo Gallina Odonomastica del Comune di Ravenna
  4. ^ Carte segrete e atti ufficiali della polizia austriaca in Italia dal 4 giugno 1814 al 22 marzo 1848 , Τόμος 2, Capolago, tip. Elvetica, 1851, pp. 12. URL consultato il 2 aprile 2011.
  5. ^ Vincenzo Gallina
  6. ^ Some notes on Jeremy Bentham's involvement in Greek legal affairs in the early years of the formation of the Greek State (1821-1824), note: Ιστορία του Ελληνικού Έθνους, Η Ελληνική Επανάσταση και η ίδρυση του Ελληνικού Κράτους (1821-1832) vol 12, Athens 1975, p. 212
  7. ^ The Greek struggle for independence, 1821-1833, Douglas Dakin, University of California Press, 1973, ISBN 0-520-02342-0, 9780520023420
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie