Vigor di Bayeux

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Vigor di Bayeux
Fresques 1 St Vigor Neau.JPG

Vescovo

Nascita  ?
Morte 537
Venerato da Chiesa cattolica
Ricorrenza 1º novembre
Attributi abiti vescovili con ai piedi un drago
Patrono di Saint-Vigor-le-Grand

Vigor di Bayeux (Artois, ... – 537) è stato un vescovo franco, venerato come santo dalla Chiesa cattolica e da quella ortodossa.

Agiografia[modifica | modifica wikitesto]

Vigor era un discepolo di san Gastone di Arras. Contro la volontà del padre, divenne sacerdote e fuggì da casa. Si dedicò predicazione eremita a Ravière nei pressi di Bayeux. Nel 513, fu nominato vescovo di Bayeux e si distinse per sopprimere l'idolatria pagana e alla cristianizzazione della Gallia[1].

La leggenda vuole che Vigor liberò Cerisy-la-Forêt (Cerisiacum) da un serpente e ricevette dal ricco Volusiano un terreno dove costruì una chiesa che divenne l'Abazia di di Cerisy-la-Forêt, nota anche come abbazia di Saint-Vigor a Cerisy. Probabilmente un'immagine per indicare gli idoli pagani.[non chiaro]

Culto[modifica | modifica wikitesto]

San Vigor di Bayeux è ricordato il 1º novembre. Vigor è patrono di Saint-Vigor-le-Grand dove fondò un monastero. Vigor è venerato in Normandia e, dopo la conquista normanna dell'Inghilterra, il suo culto è testimoniato dalla presenza di due chiese inglesi dedicate a lui, a Fulbourn nel Cambridgeshire e a Stratton-on-the-Fosse, nel Somerset[2]

Dal Martirologio Romano: "A Bayeux nella Gallia lugdunense, ora in Francia, san Vigore, vescovo, che fu discepolo di san Vedasto."

La festa in onore del santo viene spesso posticipata in ossequio alla solennità di Tutti i Santi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nella vita di san Paterno di Avranches è dato come contemporaneo di san Melanio di Rennes e di san Laudo (san Leonziano, secondo J. Lair) di Coutances, che vissero nella prima metà del VI secolo.
  2. ^ http://www.imagesofengland.org.uk/details/default.aspx?id=267993