Via delle Volte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Via delle Volte
Ferrara 07-05 (6).jpg
Via delle Volte con il tipico acciottolato, gli archi e le biciclette.[1]
Localizzazione
StatoItalia Italia
CittàFerrara
Informazioni generali
Tipoarea pedonale
Collegamenti
IntersezioniCorso Porta Reno
Via San Romano
Via del Carbone
Via Ragno
Via delle Scienze
Vicolo dei Chiodaiuoli
Via Buonporto
Via Giuoco del Pallone
Mappa

Coordinate: 44°50′00.25″N 11°37′04.84″E / 44.833402°N 11.618012°E44.833402; 11.618012

«Priva di marciapiedi, il ciottolato pieno di buche, la strada appariva anche più buia del solito. Mentre avanzavamo quasi a tentoni, e con l'unico aiuto, per dirigerci, della luce che usciva dai portoncini socchiusi dei bordelli, Malnate aveva attaccato come d'abitudine qualche strofa del Porta»

(Giorgio Bassani, Il giardino dei Finzi-Contini)

Via delle Volte si trova nel centro medievale di Ferrara. Inizia ad ovest da corso Porta Reno (proseguendo il tracciato di via Capo delle Volte) e si conclude ad est arrivando a via Giuoco del Pallone (l'antico tracciato che la faceva continuare con via Coperta oggi è interrotto).[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Gli archi che la caratterizzano risalgono soprattutto ai secoli XIII e XIV ma il suo tracciato quasi rettilineo risale al più antico sviluppo urbano che costeggiava l'antico corso del Po prima che deviasse nel 1152. Un tempo non molto lontano era nota anche come la via delle prostitute[3], e alcuni detti popolari ancora vi fanno riferimento.

Oggi di questa sua antica storia non è rimasto nulla ma vi aleggia ancora una certa atmosfera che la ricorda.

La via scorre parallela a via Carlo Mayr ed a questa è unita da molti passaggi. La via è stata restaurata in molti suoi tratti ed è pavimentata da un rustico acciottolato in pietre di fiume, tipico della città medievale.[4]

Il nome[modifica | modifica wikitesto]

Il suo nome le viene dai numerosi archi e passaggi sospesi che la attraversano.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ferrara città delle biciclette, su servizi.comune.fe.it, Comune di Ferrara.
  2. ^ a b G.Melchiorri, p. 172
  3. ^ LNF
  4. ^ LaRepubblica

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gerolamo Melchiorri, Nomenclatura ed etimologia delle piazze e strade di Ferrara e Ampliamenti, a cura di Carlo Bassi, Ferrara, 2G Editrice, 2009, ISBN 978-8889248218.
  • Lucio Scardino, Conoscere Ferrara: otto itinerari per scoprire la citta, Ferrara, Tecomproject, 1998, SBN IT\ICCU\FER\0165295.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Via delle Volte, su ferraraterraeacqua.it, Provincia di Ferrara. URL consultato il 31 maggio 2018.
  • Via delle Volte, su touringclub.it, Touring Club Italiano. URL consultato il 31 maggio 2018.
  • Delitti dal secolo scorso-Via delle Volte, su gelocal.it, LaNuovaFerrara VIDEO. URL consultato il 31 maggio 2018.
  • Via delle Volte, su gelocal.it, LaNuovaFerrara. URL consultato il luglio 2018.
    «La massima concentrazione di case si trovava fra le silenziose vie di Crocebianca, via Sacca, via Colomba e via delle Volte. Quest’ultima strada segna l’asse lungo il quale si sviluppò la Ferrara, cosiddetta lineare, dal VII all’XI secolo. È bene percorrere un buon tratto di questa via per godere della visione di edifici trecenteschi e quattrocenteschi, nonché del fascino delle sue volte».
  • Via delle Volte, su repubblica.it, LaRepubblica. URL consultato il luglio 2018.
    «Della città medievale non perdetevi Via delle Volte, una strada acciottolata di 2 km che attraversa tutto il centro antico di Ferrara. Un tempo la via aveva una importante funzione commerciale, con le merci che viaggiavano lungo il corso antico del Po».