Vellore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vellore
Municipalità (Municipality)
வேலூர
Vellore – Veduta
Localizzazione
StatoIndia India
Stato federatoSeal of Tamil Nadu.jpg Tamil Nadu
DivisioneNon presente
DistrettoVellore
Amministrazione
SindacoP. Karthikeyan
Territorio
Coordinate12°56′N 79°08′E / 12.933333°N 79.133333°E12.933333; 79.133333 (Vellore)Coordinate: 12°56′N 79°08′E / 12.933333°N 79.133333°E12.933333; 79.133333 (Vellore)
Altitudine215[1] m s.l.m.
Superficie392,6 km²
Abitanti177 413 (2001)
Densità451,89 ab./km²
Altre informazioni
Linguetamil, inglese
Cod. postale632001, 632004, 632014, 632519[2]
Prefisso416[3]
Fuso orarioUTC+5:30
TargaTN-23
Cartografia
Mappa di localizzazione: India
Vellore
Vellore
Sito istituzionale

Vellore (tamil வேலூர) è una città dell'India di 177.413 abitanti, capoluogo del distretto di Vellore, nello stato federato del Tamil Nadu. In base al numero di abitanti la città rientra nella classe I (da 100.000 persone in su)[4].

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

La città è situata a 12° 55' 60 N e 79° 7' 60 E e ha un'altitudine di 215 m s.l.m.[1].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Al censimento del 2001 la popolazione di Vellore assommava a 177.413 persone, delle quali 88.048 maschi e 89.365 femmine. I bambini di età inferiore o uguale ai sei anni assommavano a 18.883, dei quali 9.670 maschi e 9.163 femmine. Infine, coloro che erano in grado di saper almeno leggere e scrivere erano 131.215, dei quali 70.341 maschi e 60.874 femmine.[5]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Turismo nel Tamil Nadu.

Fortezza[modifica | modifica wikitesto]

Unica del suo genere presente nell'estremo sud dell'India, la fortezza risale al XVI secolo e fu edificata durante il periodo dell'impero di Vijayanagara. Fu conquistata dai musulmani del sultanato di Bijapur dopo la battaglia di Talikota e successivamente al regno marathi. Durante le guerre di Mysore gli inglesi vi tennero prigionieri i figli di Tipu Sultan.

I bastioni di granito della fortezza sono circoncati da un ampio fossato ancora pieno d'acqua e sono ancora in buono stato di conservazione. i vari edifici posti all'interno del forte sono utilizzati da vari uffici governativi.

Tempio di Jalakanteshwara[modifica | modifica wikitesto]

Il gopuram del tempio di Jalakanteshwara

È l'unico edificio di qualche interesse all'interno della fortezza, caratterizzato da un gopuram alto ben 30m, visibile a grandi distanze. Quando l'impero di Vijayanagara cadde e Vellore fu conquistata dai musulmani di Bijapur, il tempio fu invaso, razziato e sconsacrato; è stato riattivato ed è stato riconsacrato solo pochi anni or sono.

Il tempio è un tipico esempio dello stile di Vijayanagara: nel primo cortile, sulla sinistra, vi è una piattaforma colonnata con figure di mostri mitologici; il bordo della piattaforma è ornato da un fregio che riproduce posizioni tipiche della danza sacra. Alla estrema sinistra si può vedere un piccolo pannello con la rappresentazione di un elefante ed un toro che si fronteggiano con una sola testa.

Il secondo cortile è dominato da una grande immagine di Ganesh.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Falling Rain Genomics, Inc, Vellore, India Page, su fallingrain.com. URL consultato l'11 luglio 2008.
  2. ^ (EN) India Post, Pincode search - Vellore [collegamento interrotto], su indiapost.gov.in. URL consultato il 28 luglio 2008.
  3. ^ (EN) Bharat Sanchar Nigam Ltd, STD Codes for cities in Tamil Nadu, su bsnl.co.in. URL consultato il 28 luglio 2008 (archiviato dall'url originale il 7 giugno 2008).
  4. ^ (EN) Census of India, Alphabetical list of towns and their population - Tamil Nadu (PDF), su censusindia.gov.in. URL consultato il 21 maggio 2008.
  5. ^ (EN) Census of India 2001, Population, population in the age group 0-6 and literates by sex - Cities/Towns (in alphabetic order): 2001, su censusindia.net. URL consultato il 20 giugno 2008 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2004).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN154858155 · LCCN (ENn86145996 · GND (DE4233328-3 · BNF (FRcb12033631q (data) · WorldCat Identities (ENn86-145996
India Portale India: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'India