Utto di Metten

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beato Utto di Metten
L'imperatore Carolo Magno incontra Utto l'eremita
L'imperatore Carolo Magno incontra Utto l'eremita

Abate

Nascita Milano 750 ca
Morte 3 ottobre 892
Venerato da Chiesa cattolica
Beatificazione 25 agosto 1909
Santuario principale Abbazia di Metten
Ricorrenza 3 ottobre
Attributi ascia
Patrono di coloni

Utto di Metten (anche Udo) (Milano, 750 circa – Abbazia di Metten, 3 ottobre 829) è stato un abate italiano, considerato beato dalla Chiesa cattolica.

Agiografia e culto[modifica | modifica wikitesto]

Fu battezzato da Gamelberto, che gli donò tutti i suoi averi affinché fondasse un'abbazia.

Eremita in una selva sulla riva sinistra del Danubio, fu nominato da Carlomagno abate del monastero benedettino di Metten, fatto costruire dall'imperatore su richiesta dello stesso Utto.

La sua festa è celebrata il 3 ottobre (data della sua morte) dai benedettini e nella diocesi di Ratisbona.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Niccolò Del Re, Utto, abate di Metten, in Bibliotheca sanctorum, vol. XII, Roma, Città nuova, 1969, ad vocem
Controllo di autorità VIAF: (EN86171552 · GND: (DE13801793X · CERL: cnp01173058