Unione dei Liberali e di Centro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Unione dei Liberali e di Centro
Leader Arturas Zuokas
Stato Lituania Lituania
Sede Lituania
Fondazione 31 maggio 2003
Dissoluzione 12 luglio 2014
Ideologia Liberalismo conservatore
Sito web

L'Unione dei Liberali e di Centro (in lituano: Liberalų ir Centro Sąjunga - LiCS) è stato un partito politico di orientamento liberaldemocratico attivo in Lituania dal 2003 al 2014.

Esso si è affermato dalla confluenza tra:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il partito si presenta per la prima volta in occasione delle elezioni europee del 2004, quando ottiene l'11,2% dei voti e due seggi. Alle successive elezioni parlamentari del 2004, scende al 9,1% dei voti con 18 deputati. In un primo momento il partito si trova all'opposizione del governo di centro-sinistra sostenuto da Partito del Lavoro, Partito Socialdemocratico di Lituania e Nuova Unione; in seguito, nel 2006, forma un nuovo governo con i socialdemocratici e l'Unione Popolare dei Contadini di Lituania.

Alle elezioni parlamentari del 2008, LiCS ottiene il 5,4% dei voti e 5 seggi. I centristi entrano a far parte del nuovo governo guidato da Andrius Kubilius, sostenuto da Unione della Patria - Democratici Cristiani di Lituania, Partito di Rinascita Nazionale e Movimento dei Liberali della Repubblica di Lituania.

Controllo di autorità VIAF: (EN141899221 · BNF: (FRcb129411308 (data)