Ultimo Impero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 44°55′24.4″N 7°30′41.14″E / 44.923444°N 7.511427°E44.923444; 7.511427 L'Ultimo Impero è stata una discoteca di Airasca vicino all'ex SS 23, aperta dal 1992 al 1998. La discoteca aveva quattro piani e poteva contenere fino a ottomila persone[1], rendendola per un periodo la discoteca più grande d'Europa[2]. La discoteca fu l'inizio per i dj techno e progressive come: Gigi D'Agostino, Claudio Diva, Giacomo Orlando, Daniele Gas, Maurizio Benedetta, Lello B., Alberto Esse e Voice Mc come Superpippo, Joe Tequila, Gradiska. La discoteca era costruita ispirandosi alla discoteca Baia Imperiale (ex Baia Degli Angeli) di Gabicce Mare.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Inaugurata il 18 dicembre 1992, la discoteca Ultimo Impero era situata tra la zona industriale di Airasca e None, sulla statale 23 per il Sestriere a 25 km da Torino. Dopo 3 anni di costruzione e vicissitudini che rallentarono il termine dell'opera, finalmente si giunse all'inaugurazione che vide in consolle i DJ Pietro Villa, Claudio Coccoluto, Claudio Diva, Stefano Secchi e Manuel Bagnoli, alternati nelle varie sale del locale, il tutto sotto la regia artistica della animatrice Pinina Garavaglia e del suo staff.

Il locale inizialmente si chiamò "Mitho Ultimo Impero", poi per diatribe di marchio con un locale sito nelle vicinanze fu confermato il solo nome Ultimo Impero, a cui si affiancava il soprannome di Disco Tempio per la maestosità delle sale da ballo.[4] In 6 anni di gestione sono stati molti i generi musicali proposti, dalla Techno & House del 1992 sino alla Techno-Progressive che dal 1995 è rimasta il genere padrone di una delle consolle più ambite da tutti di DJs nazionali e Internazionali.

Nel 2005 a Carrù in provincia di Cuneo, per pochi mesi, è rimasto aperto un locale con nome Ultimo Impero ma che nulla aveva a che fare sia come scelta musicale, che come DJ e come direzione artistica con il locale di Airasca, pur tuttavia generando nel corso degli anni confusione tra i due marchi.

Il locale disponeva di:

  • 7 piste di ballo,
  • 9 bar,
  • area interna 7.000 m²,
  • area esterna 12.000 m²,
  • 7 fontane,
  • 2 cascate,
  • 20.000 watt di potenza suono esterno,
  • 50.000 watt di potenza suono interno,
  • 10.000 watt di potenza in chill-out/priveè,

Il locale, negli anni successivi, cambiò nome in Privilege, poi Templares ed infine Royal Fashion Club, sino a venire poi chiuso per questioni legali. Attualmente la struttura si trova in totale stato di abbandono ed è ridotta in molte sue parti ad un rudere.

Dj's[modifica | modifica wikitesto]

  • Pietro Villa (1992-1994)
  • Gigi D'Agostino (1994-1998)
  • Claudio Diva (1992-1993/1995-1998)
  • Mauro Roncari (1993-1994)
  • Alberto Esse (1994-1995)
  • Lello B. (1996-1997)
  • Manuel Bagnoli (1992-1996)
  • Roberto Molinaro (1998)
  • Maurizio Benedetta (1996-1998)

Vocalist[modifica | modifica wikitesto]

  • Superpippo (1994-1995)
  • Joe Tequila (1996-1997)
  • Gradiska (1995-1998)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]