Uldino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Uldino (... – 412) fu uno dei primi capitribù degli Unni, durante il regno degli imperatori Arcadio (394408) e Teodosio II (408450). Non si sa, comunque, se avesse il controllo su tutto il popolo unno.

Uldino divenne noto per la prima volta nell'Impero Romano d'Occidente nel dicembre del 400, quando decapitò il ribelle Gainas e inviò la sua testa come regalo ad Arcadio. Cinque anni dopo guidò alcune truppe in aiuto del magister militum Stilicone, che doveva affrontare l'orda di Radagaiso, che stava devastando l'Italia. Nel 408, tentò però di invadere la provincia romana di Mesia con migliaia di uomini, ma fu sconfitto e costretto a ritirarsi.

Morì nel 412: gli Unni si divisero allora in tre grandi gruppi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bunson, Matthew. "Uldin" - Encyclopedia of the Roman Empire. New York: Facts On File, Inc., 1994. Facts On File, Inc. Ancient History & Culture. [1]