Trasudato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il trasudato è una sostanza liquida derivata dal plasma per ultrafiltrazione; in sostanza si tratta di una parte liquida del plasma che ha attraversato l'endotelio capillare di vasi normali o una membrana semi-permeabile; in genere è caratterizzato da un'alta fluidità e da un basso contenuto di proteine, cellule e detriti cellulari.

Il liquido extravasa negli spazi interstiziali dell'organismo (edema) per un disequilibrio dell'Equazione di Starling a cavallo della membrana endoteliale (es. diminuzione della pressione oncotica intraplasmatica, o aumento della pressione idraulica intraplasmatica)

Differenze tra trasudato e essudato[modifica | modifica wikitesto]

Differenze tra trasudato ed essudato
Trasudato Essudato
Cause principali Incremento della pressione idrostatica,
decremento della pressione oncotica
Infiammazione
Aspetto Trasparente[1] Torbido[1]
Gravità specifica < 1.012 > 1.020
Contenuto proteico < 25 g/L > 35 g/L[2]
  proteine liquide  
proteine sieriche
< 0.5 > 0.5[3]
Gradiente di albumina:

differenza tra contenuto
di albumina del siero
quella del liquido

> 1.1 g/dL < 1.1 g/dL[4]
        LDH del liquido        
Limite superiore sierico
< 0.6 > 0.6[2][3]
Contenuto di colesterolo < 45 mg/dL > 45 mg/dL[2]
Vedi anche: reazione di Rivalta

Il trasudato si distingue dall'essudato, liquido di tipo infiammatorio fuoriuscito da vasi resi permeabili, che contiene una concentrazione più elevata di proteine, cellule e detriti cellulari; entrambi i termini rientrano nella più generica definizione di versamento.

Per la distinzione tra essudato e trasudato si possono utilizzare o la conta dei livelli di L-lattato deidrogenasi o la reazione di Rivalta.[5]

Il ruolo principale dell'essudato è quello di proteggere gli elementi della pelle e di altre sostanze sottocutanee contro gli effetti del contatto con clima e l'ambiente esterno e con altre sostanze. Svolge anche un ruolo igienico nell'apparato tegumentario.

Il trasudato solitamente appare più chiaro dell'essudato.[1]

Patologia[modifica | modifica wikitesto]

Le cause patologiche più comuni del trasudato includono: condizioni che aumentano la pressione idrostatica nei vasi, insufficienza cardiaca ventricolare sinistro, diminuzione della pressione oncotica colloide nei vasi sanguigni, cirrosi (la cirrosi porta a ipoalbuminemia e la diminuzione della pressione oncotica colloidale nel plasma provoca edema) e la sindrome nefrosica (anche a causa dell'ipoalbuminemia causata da proteinuria).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c The University of Utah • Spencer S. Eccles Health Sciences Library > WebPath images > Inflammation, su library.med.utah.edu.
  2. ^ a b c Heffner J, Brown L, Barbieri C, Diagnostic value of tests that discriminate between exudative and transudative pleural effusions. Primary Study Investigators, in Chest, vol. 111, nº 4, 1997, pp. 970–80, DOI:10.1378/chest.111.4.970, PMID 9106577.
  3. ^ a b Light R, Macgregor M, Luchsinger P, Ball W, Pleural effusions: the diagnostic separation of transudates and exudates, in Ann Intern Med, vol. 77, nº 4, 1972, pp. 507–13, PMID 4642731.
  4. ^ Roth BJ, O'Meara TF, Gragun WH, The serum-effusion albumin gradient in the evaluation of pleural effusions, in Chest, vol. 98, nº 3, 1990, pp. 546–9, DOI:10.1378/chest.98.3.546, PMID 2152757.
  5. ^ IM Quiz: Pleural Adenocarcinoma, su meded.ucsd.edu.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Guido Majno, Isabelle Joris, Cellule, tessuti e malattie. Principi di patologia generale, CEA, 2009, ISBN 978-88-08-18076-6.
  • Robbins, Cotran, Le basi Patologiche delle malattie, 10ª edizione, Elsevier, 2010, ISBN 978-88-214-3175-3.
  • Conti, Grassi, Fisiologia medica - Fisiologia degli organi e dei sistemi, Edi-ermes, 2010, ISBN 88-7051-347-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina