Torre de' Dardanoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Torre de' Dardanoni
ex comune
Torre de' Dardanoni – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Lodi-Stemma.png Lodi
ComuneLodi-Stemma.png Lodi
Territorio
Coordinate45°18′12″N 9°27′18″E / 45.303333°N 9.455°E45.303333; 9.455 (Torre de' Dardanoni)Coordinate: 45°18′12″N 9°27′18″E / 45.303333°N 9.455°E45.303333; 9.455 (Torre de' Dardanoni)
Altitudine77 m s.l.m.
Abitanti0 (2015)
Altre informazioni
Prefisso0371
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantidardanonesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Torre de' Dardanoni
Torre de' Dardanoni
Torre de' Dardanoni – Mappa

Torre de' Dardanoni è una cascina compresa nel comune di Lodi, posta alcuni chilometri ad ovest della città. Fino al 1841 costituiva un comune autonomo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il piccolo insediamento agricolo di Torre de' Dardanoni, di antica origine, era centro di un territorio comunale posto sulla riva sinistra del canale Muzza, che comprendeva le frazioni di Castello de' Roldi e Pizzafuma.

Al censimento del 1805 il comune contava 163 abitanti.

Dopo un'effimera annessione alla città di Lodi in età napoleonica (1809-16) e il successivo ripristino dell'autonomia, Torre de' Dardanoni fu aggregata nel 1841 ai Chiosi di Porta Regale, uno dei 3 comuni ("Chiosi") che costituivano il suburbio lodigiano.

Successivamente (1873) i Chiosi di Porta Regale furono uniti ai Chiosi di Porta Cremonese e a Bottedo, a formare i Chiosi Uniti con Bottedo, finalmente annessi alla città di Lodi nel 1877[1].

Attualmente, in seguito allo spopolamento delle aree rurali, Torre de' Dardanoni è disabitata e in rovina. Le frazioni di Castello de' Roldi e Pizzafuma sono oggi due modeste cascine in posizione isolata.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia