Tolomeo di Calcide

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tolomeo
Tetrarca di Iturea e Calcide
In carica 85 a.C.-40 a.C.
Morte 40 a.C.
Padre Menneo
Figli Lisania

Tolomeo (greco: Πτολεμαῖος; ... – 40 a.C.) fu tetrarca di Iturea e Calcide dall'85 a.C. alla sua morte.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio di Menneo. Sovrano ellenistico di Iturea e Calcide, tentò di espandere il suo regno attraverso campagne militari nei territori limitrofi.[1] Regnò sul Libano e l'Abilene, minacciò Damasco, soggiogò diversi distretti della costa fenicia e giunse a controllare temporaneamente Panea;[2] l'intera Galilea era stata possedimento degli Iturei sottratta loro da Aristobulo I nel 103 a.C.[3]

Gli ebrei si consideravano oppressi da Tolomeo, e per questo Aristobulo II, all'epoca ancora un principe, fu inviato da sua madre Salomè Alessandra a proteggere Damasco contro Tolomeo.[4] Gneo Pompeo Magno distrusse le fortezze di Tolomeo in Libano e senza dubbio gli sottrasse le città ellenistiche, come fece in Giudea. Quando Aristobulo II fu assassinato dai pompeiani (50 a.C.), i suoi figli e le sue figlie si rifugiarono presso Tolomeo.[5]

Antigono asmoneo, figlio di Aristobulo, ricevette l'aiuto di Tolomeo nel suo tentativo di ottenere il regno di Giudea;[6] secondo Giuseppe Flavio, i due erano parenti.[7] Tolomeo morì proprio mentre i Parti, chiamati da Aristobulo, stavano invadendo la Giudea.[8]

Gli succedette il figlio Lisania.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Strabone, 16.2.10.
  2. ^ Giuseppe Flavio, Antichità giudaiche, 15.10.13.
  3. ^ Giuseppe Flavio, Antichità giudaiche, 13.11.3.
  4. ^ Giuseppe Flavio, Antichità giudaiche, 13.16.3; Guerra giudaica, 1.5.3.
  5. ^ Giuseppe Flavio, Antichità giudaiche, 14.7.4; Guerra giudaica, 1.9.2.
  6. ^ Giuseppe Flavio, Antichità giudaiche, 14.12.1.
  7. ^ Giuseppe Flavio, Guerra giudaica, 1.12.2.
  8. ^ Giuseppe Flavio, Antichità giudaiche, 14.13.3; Guerra giudaica, 1.13.1.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]