Timothy Treadwell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Timothy Treadwell, all'anagrafe Timothy Dexter (New York, 29 aprile 1957Parco nazionale e riserva di Katmai, 5 ottobre 2003), è stato un ambientalista e documentarista statunitense, che visse per molti anni a stretto contatto con i grizzly.
Treadwell e la sua fidanzata Amie Huguenard furono uccisi e sbranati dagli orsi nel 2003 nel Parco nazionale e riserva di Katmai.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Long Island, Treadwell nella sua vita dovette affrontare problemi di alcool e droghe, dopo il tentativo fallito di affermarsi come attore. Aveva infatti cercato in tutti i modi di ottenere un ruolo, poi affidato a Woody Harrelson, nella sit-com Cin Cin[1].

Ad un certo punto della sua vita decise di vivere a stretto contatto con gli orsi grizzly nel Parco nazionale e riserva di Katmai in Alaska. Treadwell visse assieme agli orsi ogni estate per tredici anni, dal 1990 al 2003, studiandoli e documentando ogni loro movimento. Questa sua bizzarra scelta di vita lo portò a diventare una celebrità negli Stati Uniti, tanto da partecipare a svariati show.

Nel 2003, la tredicesima estate fu per lui fatale. Si trovava nel parco in compagnia della fidanzata Amie Huguenard, quando i due furono assaliti e sbranati da alcuni nuovi esemplari affamati e probabilmente non abituati alla loro presenza. Della loro tragica fine esiste una documentazione audio fornita dalla telecamera di Treadwell, che era otturata dal tappo e che registrò le loro grida strazianti. Negli 85 anni di storia del Parco nazionale di Katmai, non era mai capitato che un orso uccidesse un essere umano.[2]

La vita, il lavoro e la morte di Treadwell sono stati raccontati nel documentario Grizzly Man (2005) di Werner Herzog.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Mentre era ospite al Late Show di David Letterman, il popolare conduttore statunitense chiese a Timothy se avrebbero mai letto sul giornale che era stato mangiato dagli orsi. La domanda apparve alquanto divertente ma, tempo dopo, si rivelò tristemente profetica.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Claudia Morgoglione, Articolo su La Repubblica, repubblica.it. URL consultato il 21 giugno 2008.
  2. ^ (EN) Kevin Sanders, Storia di Treawell, yellowstone-bearman.com. URL consultato il 21 giugno 2008.
  3. ^ (EN) intervista al Late Show with David Letterman.

Controllo di autorità VIAF: 9120657 LCCN: n96121177

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie