The Woman the Germans Shot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Woman the Germans Shot
Titolo originaleThe Woman the Germans Shot
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1918
Durata60 min (6 rulli)
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33 : 1
film muto
Generebiografico, drammatico, guerra
RegiaJohn G. Adolfi
SoggettoAnthony Paul Kelly
SceneggiaturaAnthony Paul Kelly
ProduttoreFrank J. Carroll e Joseph L. Plunkett
Casa di produzioneFrank J. Carroll Productions e Joseph L. Plunkett
FotografiaMax Schneider
Interpreti e personaggi

The Woman the Germans Shot è un film muto del 1918 diretto da John G. Adolfi.

È un film biografico dedicato alla vita di Edith Cavell, l'infermiera fucilata dai tedeschi durante la prima guerra mondiale per aver aiutato duecento militari alleati a fuggire dal Belgio occupato. La vicenda di Edith Cavell era già stata portata sullo schermo nel 1915 con il film Nurse and Martyr di Percy Moran. Sarà poi ripresa in Dawn, un film del 1928 di Herbert Wilcox con Sybil Thorndike e, nel 1939, sempre diretto da Wilcox, in La storia d'Edith Cavell con Anna Neagle.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

George Brooks è innamorato di Edith Clavell. Quando capisce che lei vuole dedicare la sua vita alla cura dei malati, George si arruola nell'esercito. Passano gli anni. Allo scoppio della prima guerra mondiale, Edith è infermiera della Croce rossa. Il Belgio viene invaso dai tedeschi. Lei, in un piccolo villaggio belga, cerca di aiutare Frank, il figlio di George, che è rimasto ferito. Ma i tedeschi la arrestano. Nonostante una mobilitazione internazionale che cerca di salvare l'infermiera, Edith sarà condannata alla fucilazione.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Frank J. Carroll Productions e dalla Joseph L. Plunkett.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Select Pictures Corporation, il film uscì nelle sale cinematografiche USA il 27 ottobre 1918. Il film ha come titolo copyright The Cavell Case[1]. È conosciuto anche come Edith Cavell[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) The American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press 1988 ISBN 0-520-06301-5

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema