The House of Toys

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The House of Toys
film perduto
The House of Toys (1920) - 1.jpg
Titolo originaleThe House of Toys
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1920
Durata60 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1.33 : 1
film muto
Generedrammatico
RegiaGeorge L. Cox
SoggettoHenry Russell Miller
SceneggiaturaDaniel F. Whitcomb
Casa di produzioneAmerican Film Company
Interpreti e personaggi

The House of Toys è un film muto del 1920 diretto da George L. Cox. La sceneggiatura di Daniel F. Whitcomb si basa sull'omonimo romanzo di Henry Russell Miller pubblicato a Indianapolis nel 1914[1]. Prodotto dall'American Film Company, aveva come interpreti Seena Owen, Pell Trenton, Helen Jerome Eddy, Lillian Leighton.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Shirley Lord, sposatasi con un giovane architetto che cerca di farsi strada senza grande successo, si pente ben presto di quel matrimonio osteggiato fin da subito da sua zia Clara, una ricca signora della buona società. Dopo qualche anno di matrimonio, Shirley si separa dal marito e torna dalla zia e alla sua vita lussuosa.
Il marito, nonostante gli sforzi, deve arrendersi: lascia la professione e trova impiego presso uno studio come disegnatore. Incoraggiato dal suo nuovo capo e da Helen, una collega, David ottiene finalmente successo come architetto. Shirley riconosce il proprio egoismo e il suo amore per il marito. Helen, sacrificandosi, esorta David a tornare dalla moglie, assistendo poi così alla loro riconciliazione.[1]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dall'American Film Company.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il copyright del film, richiesto dall'American Film Co., Inc., fu registrato il 10 maggio 1920 con il numero LP15103[1][2].
Distribuito dalla Pathé Exchange, il film uscì nelle sale cinematografiche statunitensi nel maggio 1920.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Non si conoscono copie ancora esistenti della pellicola che viene considerata presumibilmente perduta[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) The American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press, 1988 ISBN 0-520-06301-5

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema