Venerupis decussata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Tapes decussatus)
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Vongola verace
Venerupis decussata.jpg
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa Bilateria
Phylum Mollusca
Subphylum Conchifera
Classe Bivalvia
Sottoclasse Heterodonta
Ordine Veneroida
Superfamiglia Veneroidea
Famiglia Veneridae
Genere Venerupis
Specie R. decussatus
Nomenclatura binomiale
Ruditapes decussatus
(Linnaeus, 1758)
Sinonimi

Cuneus reticulatus, Tapes decussata, Tapes (Ruditapes) decussatus, Tapes decussatus var. albida, Tapes decussatus var. intermedia, Tapes decussatus var. major, Tapes decussatus var. quadrangula, Tapes decussatus var. radiata, Tapes decussatus var. texta, Tapes decussatus var. varians, Tapes extensus, Venerupis decussata, Venus decussata, Venus florida, Venus fusca, Venus obscura, Venus truncata, Venus variegata, Venus vesta

La Venerupis decussata, sinonimo di Ruditapes decussatus[1][2] [Linnaeus 1758], conosciuta come Vongola verace[3], è un mollusco bivalve della famiglia Veneridae.

Habitat e distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Si può trovare nel Mar Mediterraneo, da pochi metri a oltre 20 metri di profondità infossata nei fondali costieri o lagunari poco profondi, fangosi o melmosi e coperti di vegetazione.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Conchiglia solida con numerose costolature, marcate alle estremità, di colore da grigio chiaro a giallo-bruno. Interno giallo-bianco. Contraddistinta da sifoni separati che le fa guadagnare l'appellativo popolare di "cornuta", tale specie autoctona è l'unica "vongola verace" del Mediterraneo, anche se la legge italiana estende tale denominazione all'indopacifica Ruditapes philippinarum, quest'ultima introdotta nel mar Adriatico per motivi commerciali.

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Pescata intensivamente per fini commerciali è ritenuta talvolta a rischio. È sempre più spesso sostituita in cucina e sui mercati dalla simile Ruditapes philippinarum. [senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Egidio Trainito, Mauro Doneddu, Conchiglie del Mediterraneo, 2005ª ed., Milano, Il Castello, 2005, ISBN 88-8039-449-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]