Taizzano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Taizzano
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Umbria-Stemma.svg Umbria
ProvinciaProvincia di Terni-Stemma.svg Terni
ComuneNarni-Stemma.svg Narni
Territorio
Coordinate42°29′38.69″N 12°29′54.96″E / 42.49408°N 12.4986°E42.49408; 12.4986 (Taizzano)Coordinate: 42°29′38.69″N 12°29′54.96″E / 42.49408°N 12.4986°E42.49408; 12.4986 (Taizzano)
Abitanti339 (2001)
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Taizzano
Taizzano

Taizzano è una frazione del comune di Narni, in provincia di Terni.

Secondo i dati del censimento Istat del 2001, è popolato da 339 abitanti [1].

Il paese si trova su un'altura che dà sulla estremità meridionale della Valnerina, a 194 m s.l.m.; è in prossimità delle statali Ortana e Tiberina, controllandole entrambe, e domina la frazione di Stifone.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel XII secolo risulta essere annoverato tra i castelli le cui rendite sono raccolte dalla Diocesi narnese. Il nome, probabilmente, deriva da Fundus Tatianus. Nel 1229 si ha la notizia che offriva un cero per la festa di san Giovenale, patrono di Narni, confermandone la soggezione: fino al 1600 rimangono tracce di questa devozione.

Nel XV secolo il cardinale Giuliano Della Rovere, futuro papa Giulio II, possedeva un casale in zona. Allo stato attuale non è possibile trovare tracce visibili del castello o delle sue mura.

La storiografia locale ha spesso accostato alla frazione l'esistenza dello scalo fluviale sul fiume Nera, dovendosi invece ritenere che la struttura citata dalle fonti fosse quella recentemente individuata nei pressi del centro abitato di Stifone. L'equivoco nasceva da un contributo lasciato nel XVI secolo dal gesuita Fulvio Cardoli che suona in questi termini:

«Lunge da questo luogo circa mille passi più in là di Taizzano dicemmo essere un tempo esistito un porto alla ripa del Nera qualmente dimostrano alcuni vestigi...»

(F. Cardoli, "Ex notis Fulvij Carduli S.J. presbyteri Narniensis de Civitatis Narniae, Origine et antiquatibus", in Giovanni Eroli, Miscellanea Storica Narnese, vol. II, 1862)

Economia e manifestazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º agosto si festeggia il patrono sant'Azio e la festa dura dall'ultima domenica di luglio alla seconda di agosto.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]