Studio (stanza)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Henri Meilhac nel proprio studio (Francia, XIX secolo)
Studio in un vecchio maniero nel Regno Unito
Piccolo studio casalingo

In una abitazione o comunque in un edificio, lo studio è un ambiente riservato ad attività di studio, lettura o lavoro.[1][2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Storicamente, lo studio è stato riservato per l'uso come ufficio e sala lettura privata in dimore appartenenti al ceto medio-alto, ed era assente nella tipica casa contadina. Questo sia perché le esigenze domestiche della popolazione rurale, sovente analfabeta, erano meno complesse e non rendevano necessario riservare una stanza esclusivamente per questi usi, sia perché il poter esibire uno studio ai visitatori della propria dimora rivestiva anche una funzione di rappresentanza.[3]

Studio è anche l'ambiente nel quale uno o più artisti, in genere pittori e scultori, elaborano ed espongono le proprie opere.

La disponibilità di personal computer e connessioni di rete anche a livello familiare ha aumentato l'importanza delle aree della casa di abitazione dedicate al lavoro intellettuale, come appunto lo studio, ed è stato calcolato che circa il 30% dei lavoratori adulti negli Stati Uniti svolge almeno una parte del proprio lavoro principale da casa.[4]

Nel caso in cui uno degli occupanti della casa svolga un vero e proprio telelavoro, l'arredamento del locale destinato a studio acquista un'importanza ancora maggiore,[5] e in taluni Paesi può costituire elemento di detrazione dalle imposte.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Studio, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011, Treccani.it – Vocabolario Treccani on line.Stùdio, voce su www.treccani.it
  2. ^ Studio: Definizione e significato di Studio – Dizionario italiano – Corriere.it, su dizionari.corriere.it. URL consultato il 20 luglio 2017.
  3. ^ Strutture sociali e classe dirigente nel Mezzogiorno liberale, pagina 139; Giovanni Aliberti, Ed. di Storia e Letteratura, 1979.
  4. ^ Bureau of Labour, "Basements & Attics", pagina 39; ISBN 1-58923-224-0
  5. ^ Il Telelavoro la casa diventa ufficio - Le librerie e lo studio, Baio editore

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4131281-8 · NDL (ENJA00572279
Architettura Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di architettura