Stretto di Naruto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stretto di Naruto
Naruto Strait NASA WorldWind Outflow.jpg
Vista satellitare dello stretto di Naruto
Stato Giappone Giappone
Coordinate 34°14′17.4″N 134°39′02.39″E / 34.238166°N 134.650664°E34.238166; 134.650664Coordinate: 34°14′17.4″N 134°39′02.39″E / 34.238166°N 134.650664°E34.238166; 134.650664
Dimensioni
Larghezza 1,3 km
Mappa di localizzazione: Giappone
Stretto di Naruto
Stretto di Naruto

Lo stretto di Naruto (鳴門海峡 Naruto Kaikyō?) è uno stretto fra l'isola Awaji e l'isola di Shikoku in Giappone. Collega Harima-nada (播磨灘?) (un'area del mare interno di Seto) con il canale di Kii.

È attraversato dal ponte Ōnaruto, che è la parte meridionale del ponte di Akashi Kaikyō. Una famosa caratteristica dello stretto è il vortice di Naruto.[1]

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Lo stretto è situato tra la punta nord orientale dell'isola di Shikoku, dove si trovano le piccole isole Ōgejima (大毛島?) e Shimadajima (島田島?), amministrativamente parte della città di Naruto nella prefettura di Tokushima, e la zona sud dell'isola di Awaji, parte della città di Minamiawaji nella prefettura di Hyōgo.[2]

La zona è parte del Parco Nazionale Setonaikai (瀬戸内海国立公園 Setonaikai Kokuritsu Kōen?) che comprende gran parte del mare interno di Seto e delle coste limitrofe.[3]

La differenza di profondità tra le acque del mare interno di Seto, circondate dalla terraferma, e quelle dell'Oceano Pacifico genera delle correnti particolarmente rapide nello stretto che, a causa della conformazione topografica del fondo marino, creano un ampio gorgo noto come il vortice di Naruto.[1]

Le piccole isole Ōgejima e Shimadajima sono separate dalla città di Naruto, sull'isola di Shikoku, da uno stretto canale lungo circa 8 km chiamato piccolo stretto di Naruto (小鳴門海峡 Konaruto Kaikyō?).[4]

Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]

Lo stretto è attraversato dal ponte Ōnaruto la cui costruzione fu terminata nel 1985. La progettazione richiese diversi anni di studio perché la presenza del ponte non danneggiasse il fenomeno naturale del vortice di Naruto. Hadakajima (裸島?), un'isoletta attigua a Ōgejima, venne usata come base per uno dei pilastri fondanti.[5]

Nella parte inferiore del ponte è stato aperto nel 2000 un passaggio pedonale chiamato uzunomichi (渦の道?) destinato all'osservazione del gorgo sottostante.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Japan Atlas: Naruto Straist, su web-japan.org. URL consultato il 7 ottobre 2018.
  2. ^ (JA) 海域別海難の状況 - 紀伊水道・大阪湾・播磨灘 (PDF).
  3. ^ (EN) Setonaikai National Park, su www.env.go.jp. URL consultato il 7 ottobre 2018.
  4. ^ (JA) 小鳴門海峡, in JAPAN WEB MAGAZINE, 31 gennaio 2015. URL consultato l'8 ottobre 2018.
  5. ^ (JA) 鳴門:渦潮の複雑な因果, su geo.sgu.ac.jp. URL consultato il 7 ottobre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Giappone Portale Giappone: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Giappone