Vortice di Naruto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Coordinate: 34°14′18″N 134°39′05″E / 34.238333°N 134.651389°E34.238333; 134.651389

Il vortice di Naruto in una stampa ukiyo-e di Hiroshige.

Il vortice di Naruto (鳴門の渦潮 Naruto no Uzushio?) è un fenomeno, legato alle maree, che si manifesta nello stretto di Naruto, in Giappone.

Lo stretto di Naruto ha una larghezza di circa 1,3 km ed è uno dei collegamenti fra l'Oceano Pacifico e il Mare Interno di Seto, che separa le isole di Honshū e Shikoku, due delle quattro isole maggiori del Giappone. La marea, due volte al giorno, riversa nello stretto grandi quantità d'acqua e ne rimuove altrettanta. Questo crea, quindi, una differenza di circa 1,5 metri nel livello del mare fra il Mare Interno e l'Oceano Pacifico; a causa della scarsa ampiezza dello stretto, l'acqua scorre lungo il canale a una velocità di circa 13-15 km/h quattro volte al giorno, due volte in entrata e due volte in uscita. Durante le maree primaverili, la velocità della corrente può raggiungere i 20 km/h, creando un vortice di circa 20 metri di diametro. La corrente nello stretto è la più veloce in Giappone e la terza nel mondo dopo il Moskstraumen in Norvegia (massima velocità: 27,8 km/h) e l'Old Sow fra New Brunswick e il Maine (massima velocità: 27,7 km/h).

I vortici possono essere osservati da barche o dal Ponte Ōnaruto che attraversa lo stretto. Un altro buon punto di osservazione può essere la spiaggia dell'isola di Awaji.

Il vortice di Naruto è stato di ispirazione per la creazione del famoso manga e anime Naruto, nonché del suo simbolo, costituito da una spirale.[senza fonte]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Giappone Portale Giappone: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Giappone