Storie fiorentine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'opera di Niccolò Machiavelli, vedi Istorie fiorentine.
Storie fiorentine
AutoreFrancesco Guicciardini
1ª ed. originale1509
Generesaggio
Lingua originaleitaliano

Le Storie fiorentine sono un'opera dello storico Francesco Guicciardini. Scritte quando l'autore aveva 26 anni, tra il 1508 e il 1509, rimasero inedite fino al 1859.

Contenuti[modifica | modifica wikitesto]

Le Storie abbracciano il periodo compreso fra il tumulto dei Ciompi (1378) e la battaglia di Agnadello (1509). L'autore si preoccupa di indagare le cause degli eventi, mettendo fortemente in risalto le figure dei protagonisti: (Lorenzo de' Medici, su cui esprime un giudizio negativo, e soprattutto Girolamo Savonarola), con un interesse volto ad illustrare le contraddizioni del presente. L'autore imposta il suo racconto storiografico partendo dalla contrapposizione fra i "savi" (nobili e grandi ricchi), gli unici che secondo lui possano governare, e il popolo che disprezza. Talvolta però è costretto a riconoscere che non sempre i primi hanno agito bene, mentre loda la democrazia creata dal Savonarola.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Opere inedite di Francesco Guicciardini illustrate da Giuseppe Canestrini e pubblicate per cura dei conti Piero e Luigi Guicciardini, 10 voll., Firenze, Barbera, Bianchi e Comp., 1857-67: vol. 2, 1859.
  • Storie fiorentine dal 1378 al 1509, Roberto Palmarocchi (a cura di), Bari, Gius. Laterza & figli, 1968 (1931).