Stefano Pivato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stefano Pivato

Stefano Pivato (Gatteo a Mare, 3 agosto 1950) è uno storico e saggista italiano.

È professore ordinario di storia contemporanea presso l’Università degli Studi Carlo Bo di Urbino. Nella stessa Università ha ricoperto la carica di Preside della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, dal 2000 al 2008, e quella di Rettore dal 2009 al 2014. Dal 1989 al 1992 ha insegnato, in qualità di professore associato, nell’Università di Trieste e, durante l’anno accademico 1992-93, è stato visiting professor presso l’Università della Sorbona (Paris V).

Fra la fine degli anni Ottanta e l’inizio degli anni Novanta ha collaborato ai progetti di ricerca dell’Istituto Universitario Europeo (Firenze) e dell’Università di Lyon. Ha fatto parte dei comitati scientifici delle seguenti riviste: «Italia contemporanea», «Memoria e ricerca», «Movimento operaio e socialista» ed è membro dei comitati di direzione di «Storia e problemi contemporanei», «Prima persona» e coordinatore del comitato scientifico di «Storia dello sport. Rivista di studi contemporanei». Dal 1999 al 2009 ha ricoperto la carica di assessore alla cultura del Comune di Rimini.

Attualmente è direttore del Centro sammarinese di studi storici della Università degli studi di San Marino e fa parte del Comitato scientifico dell’Archivio dei Diari di Pieve Santo Stefano, del Comitato scientifico del Centro Interuniversitario per la storia delle università italiane (CISUI) e del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Nazionale Parri. Collabora a Rai Storia. I suoi interessi di studioso si sono concentrati, negli anni, sui comportamenti collettivi degli italiani e sull’immaginario politico nel Novecento.

Bibliografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • La bicicletta e il sol dell'Avvenire. Tempo libero e sport nel socialismo della Belle Epoque, Firenze, Ponte alle Grazie, 1992
  • L'era dello sport, Firenze, Giunti, 1994. Ed. in lingua francese: Les enjeux du sport, Paris, Casterman, 1994
  • "Il nome e la storia. Onomastica e religioni politiche nell'Italia contemporanea", Bologna Il Mulino 1999 (seconda edizione 2000)
  • Italia vagabonda. Gli italiani e il tempo libero dall'Ottocento ai nostri giorni, Roma, Carocci, 2001 (in collaborazione con Anna Tonelli)
  • La storia leggera. L'uso pubblico della storia nella canzone italiana, Bologna, Il Mulino, 2002 (seconda edizione 2003)
  • Bella ciao. Canto e politica nella storia d'Italia, in collaborazione con Amoreno Martellini, Roma-Bari, Laterza, 2005 (seconda edizione 2007)
  • Il Touring Club Italiano, Bologna, Il Mulino, 2006
  • Vuoti di memoria. Usi e abusi della storia nella vita pubblica italiana, Roma-Bari, Laterza, 2007
  • con P.Battilani ll turismo nei piccoli borghi, San Marino, Centro Sammarinese di studi storici, 2010
  • Il secolo del rumore. Il paesaggio sonoro nel Novecento, Bologna, Il Mulino, 2011
  • I comunisti mangiano i bambini. Storia di una leggenda, Bologna, Il Mulino, 2013 (terza edizione 2016)
  • Al limite della docenza, Roma, Donzelli, 2015[1].
  • Favole e politica. Cappuccetto rosso e Pinocchio durante la guerra fredda, Bologna, Il Mulino, 2015
  • I comunisti sulla luna. L'ultimo mito della Rivoluzione russa (in collaborazione con Marco Pivato), Bologna, Il Mulino, 2017 [2]
  • Sia lodato Bartali. Il mito di un eroe del Novecento, Roma, Castelvecchi, 2018 [3]
  • Storia dello sport in Italia (con Paul Dietschy), Bologna, Il Mulino, 2019
  • Storia sociale della bicicletta, Bologna, Il Mulino, 2019

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Recensioni di G. A. Stella apparsa sul “Corriere della Sera” del 28 gennaio 2015 (http://www.corriere.it/scuola/universita/15_gennaio_28/narcisismo-cecita-baroni-uccidono-l-universita-italiana-85f46652-a6d6-11e4-93fc-9b9679dd4aa0.shtml), di M. Di Fazio apparsa su “L'Espresso” del 1º febbraio 2015 (http://espresso.repubblica.it/visioni/cultura/2015/01/29/news/ma-quant-e-bella-la-vita-dei-docenti-universitari-1.196738), di A. Gurrado su "Il Foglio" del 17 febbraio 2015 (http://www.ilfoglio.it/articoli/v/125680/rubriche/piccola-antropologia-del-professore-italiano-e-altre-follie-universitarie.htm) di S. Paliaga su "Libero Quotidiano" del 1/4/2015 (NEL PAMPHLET ANTI-BARONI MANCA L'AUTOIRONIA CHE RENDE I PROF MIGLIORI).
  2. ^ Rassegna stampa, su delficomunicazione.it. URL consultato il 22 agosto 2018.
  3. ^ Gian Antonio Stella, Bartali oltre il mito, un vero eoe, in Il Corriere della Sera, 30 maggio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN56634658 · ISNI (EN0000 0001 1648 3607 · LCCN (ENn83018322 · BNF (FRcb120808489 (data) · WorldCat Identities (ENn83-018322