Stefano Bolognini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Stefano Bolognini (Bologna, 1949) è uno psicoanalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Bolognini frequenta l'Università di Padova dove si laurea nel 1974 in Medicina specializzandosi nel 1978 in Psichiatria.

Dal 1985 è membro ordinario con funzioni di training della Società psicoanalitica italiana, di cui è stato anche segretario scientifico dal 1997 al 2001, mentre dal 2009 al 2013 ne è stato il presidente; è stato anche membro del comitato editoriale europeo dell’International Journal of Psychoanalysis, dal 2002 al 2012, e membro del Theoretical Working Party della Federazione Europea della Psicoanalisi.

Si occupa fin dalla fine dei suoi studi di Sigmund Freud, di empatia, vista come un'esperienza soggettiva relazionale e unica, e di Interpsichico, inteso come una modalità fisiologica di base di contatto profondo tra gli esseri umani; tiene seminari e convegni in tutto il mondo; è autore di centinaia di articoli del settore, di manuali di psicoanalisi e di novelle, sempre a contenuto tecnico, ma spiegato attraverso l'utilizzo di storie e personaggi inventati.

Nel 2010 Bolognini diventa presidente della International Psychoanalytical Association (IPA); primo italiano a ricoprire la carica di presidente in questa organizzazione, che è stata fondata nel 1910 a Norimberga da Sigmund Freud. Bolognini rimarrà in carica insieme con il vicepresidente, la svedese Alexandra Billighurst, fino al 2017[1].

Alla notizia dell'elezione Bolognini ha dichiarato: «questa elezione è l'effetto dell'autorevolezza e della notorietà acquisita dalla psicoanalisi italiana nel panorama internazionale attraverso il grande, qualificato e costante impegno della SPI, Società Psicoanalitica Italiana, della quale sono onorato di essere il presidente. La psicoanalisi come metodo di cura e strumento di comprensione della realtà ha un ruolo fondante nella cultura di ogni paese. Come presidente dei 12000 psicoanalisti freudiani aderenti all'IPA, mi impegnerò per la diffusione, il rinnovamento e la democratizzazione della psicoanalisi ovunque nel mondo e in particolare nei Paesi emergenti, Est Europeo e Cina»[2].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Come vento, Come onda: dalla finestra di uno psicoanalista , i nostri (bi) sogni di gloria, Bollati Boringhieri, 1999.
  • Il sogno cento anni dopo cura del volume collettivo, Bollati Boringhieri, 2000.
  • L'empatia psicoanalitica, Bollati Boringhieri, 2002.
  • Psicoanalisi e pluralismo delle lingue selezione dallo 'International Journal of Psychoanalysis' 2004.
  • Passaggi segreti. Teoria e tecnica della relazione interpsichica, Bollati Boringhieri, 2008.
  • Teoria e tecnica della relazione interpsichica, Bollati Boringhieri, 2008.
  • Lo Zen e l'arte di non sapere cosa dire, Bollati Boringhieri, 2010.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Premio Gradiva per l'opera Come vento, come onda.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Franca Porciani, Un italiano alla testa dei freudiani, 3/6/2011, Il Corriere della Sera.
  2. ^ Stefano, Stefano Bolognini è eletto presidente, redazione di Società Psicoanalitica Italiana, 2/6/2011.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • LA STAMPA, intervista di Egle Cormorano del 28/5/2010, ‘'Nell'era dell'uomo catamarano'’.
  • RADIORAI3 intervista a cura di Laura Cantron nella trasmissione Fahrenheit, luglio 2010.
  • IL RESTO DEL CARLINO, intervista di Nicoletta Bernini Mengoli del 16/6/2011.
  • PANORAMA, articolo di Laura Barsottini del Novembre 2011, ‘'L'automobile scatena la violenza, per strada emerge la parte più selvaggia di noi'’.
  • LA REPUBBLICA, intervista di L. Sica del 30/6/2011, ‘'Il cinese sul lettino - Ecco perché la psicoanalisi scopre l'Oriente‘'.
  • LA REPUBBLICA, articolo del 22/2/2012, ‘'Manifesto delle scuole di psicoanalisi".
  • LA STAMPA, intervista di E. Santolini del 22/5/2012, ‘'C'è la crisi e anche l'inconscio si sente poco bene‘'.
  • LA REPUBBLICA, intervista di Luciana Sica del 24/5/2012, ‘'Il disagio dell'inciviltà: riscopriamo le regole contro i narcisisti asociali‘'.
  • CORRIERE DELLA SERA, intervista di Franca Porciani del 31/7/2013, ‘Il virtuale che fa male all'anima - Parla lo psicoanalista italiano eletto al vertice dei freudiani di tutto il mondo‘'.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0001 1678 2738 · LCCN (ENn2004123381