Stachys recta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Stachys recta
Stachys recta 3.jpg
Stachys recta
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Spermatophyta
Famiglia Labiatae(Lamiaceae)
Genere Stachys
Sinonimi

Stregona gialla

Nomi comuni

Siderite

Stachys recta L. è una pianta comune appartenente alla famiglia delle Labiatae (Lamiaceae).

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome scientifico del genere Stachys deriva dal greco stakhys, che significa spiga, e si riferisce alla forma delle infiorescenze di questa piante.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Pianta perenne alta dai 20 ai 40 cm; fusto ascendente, gracile e ramoso in alcuni punti peloso; foglie irsute ed opposte a margine poco dentellato dalla forma oblanceolata (Ob. prefisso che significa "a rovescio") - spatolata; infiorescenza allungata con 6 - 12 fiori distanziati disposti in verticilli; calice verde dritto con 5 denti aristati pungenti; corolla giallo-biancastra, con labbro superiore appuntito e labbro inferiore allungato con screziature brune.

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Fiorisce da maggio ad agosto su pascoli aridi, sassosi, su substrati preferibilmente secchi, perlopiù calcarei e caldi d'estate.

Tradizioni popolari[modifica | modifica wikitesto]

Pianta famosa dall'antichità come erba medicinale utile per abbassare la febbre e guarire le ferite. In Toscana è conosciuta popolarmente come "Erba della paura" perché si riteneva che potesse lavare via le paure ai bambini aggiungendo il decotto all'acqua del bagno.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Galetti, Abruzzo in fiore, Edizioni Menabò - Cooperativa Majambiente - 2008
  • Margot e Roland Spohn, Riconoscere i fiori spontanei - Ricca Editore

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica