Sputnik 19

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Programma Venera.

Sputnik 19
Immagine del veicolo
Venera 1962 diagramm.jpg
Dati della missione
NSSDC ID1962-040A
SCN00371
DestinazioneVenere
EsitoMissione fallita
VettoreMolnija
Lancio25 agosto 1962
Luogo lanciorampa Gagarin, cosmodromo di Bajkonur
Atterraggio28 agosto 1962
Parametri orbitali
Periodo88.7 min
Inclinazione64.9°
Eccentricità0.00403
Programma Venera
Missione precedenteMissione successiva
Sputnik 20

Sputnik 19 (conosciuto anche come Alpha Pi 1[1]) è la denominazione con la quale è nota in Occidente una sonda spaziale sovietica del Programma Venera che doveva raggiungere il pianeta Venere. Fu lanciato il 25 agosto 1962 con un razzo vettore Molniya ed entrò regolarmente in orbita attorno alla Terra, ma l'ultimo stadio del razzo non funzionò; la sonda rimase in orbita geocentrica per tre giorni e rientrò nell'atmosfera terrestre il 28 agosto 1962. LUS Naval Space Command Satellite, che seguiva i lanci dei satelliti sovietici per conto del governo degli USA, denominò originariamente questo veicolo spaziale come Sputnik 23.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alcune missioni spaziali sovietiche vennero erroneamente indicate in Occidente semplicemente come Sputnik sebbene fossero denominate originariamente in modo diverso.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Astronautica