Differenze tra le versioni di "Vittorio Zoppi"

Jump to navigation Jump to search
m
Bot: aggiungo template {{Collegamenti esterni}} (ref)
(elimino parametro deprecato e non più da usare)
m (Bot: aggiungo template {{Collegamenti esterni}} (ref))
 
{{Carica pubblica
|nome = Vittorio Zoppi
 
==Biografia==
Laureatosi in giurisprudenza all'[[Università di Torino]], Vittorio Zoppi intraprese la carriera prefettizia. Dopo la proclamazione dello Stato unitario, fu prefetto di [[Salerno]] (1861-62), [[Messina]] (1862-65), [[Brescia]] (1865-67) e per due volte a [[Torino]] (1867 e 1871-76), sino al pensionamento (1867). Il 15 novembre [[1871]] fu nominato [[Senatore del Regno]] da [[Vittorio Emanuele II]]<ref name=senato> Vedi: Vittorio Zoppi, scheda sito istituzionale del Senato [http://notes9.senato.it/web/senregno.nsf/300084aed16d06e0c125785d0059db8d/7d808f20189d87f44125646f00619c73?OpenDocument Vedi: Vittorio Zoppi, scheda sito istituzionale del Senato]</ref>.
 
Ha intrapreso la carriera politica anche a livello locale, essendo stato [[consigliere comunale]] (1877-85), provinciale (1879-82) e assessore facente funzioni (1879-83) di [[Alessandria]]<ref name=senato/>. Suo figlio [[Ottavio Zoppi|Ottavio]], generale di [[corpo d'armata]], è stato parimenti Senatore del Regno (1933-46), mentre l'omonimo nipote [[Vittorio Zoppi (diplomatico)|Vittorio]] intraprese la carriera diplomatica e fu Segretario generale del [[Ministero degli Affari Esteri]] (1948-54) della Repubblica.
|motivazione=
}}
 
== Collegamenti esterni ==
* {{Collegamenti esterni}}
 
{{Portale|biografie|politica}}
2 874 783

contributi

Menu di navigazione