Vittorio Zoppi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vittorio Zoppi
Vittorio ZOPPI.gif

Senatore del Regno d'Italia
Durata mandato 15 novembre 1871 –
23 novembre 1907
Legislature XI

Vittorio Zoppi (Cassine, 25 dicembre 1819Alessandria, 23 novembre 1907) è stato un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureatosi in giurisprudenza all'Università di Torino, Vittorio Zoppi intraprese la carriera prefettizia. Dopo la proclamazione dello Stato unitario, fu prefetto di Salerno (1861-62), Messina (1862-65), Brescia (1865-67) e per due volte a Torino (1867 e 1871-76), sino al pensionamento (1867) . Il 15 novembre 1871 fu nominato Senatore del Regno da Vittorio Emanuele II[1].

Ha intrapreso la carriera politica anche a livello locale, essendo stato consigliere comunale (1877-85), provinciale (1879-82) e assessore facente funzioni (1879-83) di Alessandria[1]. Suo figlio Ottavio, generale di corpo d'armata, è stato parimenti Senatore del Regno (1933-46), mentre l'omonimo nipote Vittorio intraprese la carriera diplomatica e fu Segretario generale del Ministero degli Affari Esteri (1948-54) della Repubblica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Vedi: Vittorio Zoppi, scheda sito istituzionale del Senato [1]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro