Slavkov u Brna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Slavkov u Brna
città
Slavkov u Brna – Stemma Slavkov u Brna – Bandiera
Slavkov u Brna – Veduta
Localizzazione
Stato Rep. Ceca Rep. Ceca
Regione Flag of South Moravian Region.svg Moravia meridionale
Distretto Vyškov
Territorio
Coordinate 49°09′11″N 16°52′43″E / 49.153055°N 16.878611°E49.153055; 16.878611 (Slavkov u Brna)Coordinate: 49°09′11″N 16°52′43″E / 49.153055°N 16.878611°E49.153055; 16.878611 (Slavkov u Brna)
Altitudine 211 m s.l.m.
Superficie 14,95 km²
Abitanti 6 456 (2015)
Densità 431,84 ab./km²
Frazioni 14
Altre informazioni
Cod. postale 684 01
Fuso orario UTC+1
Codice ČSÚ 593583
Targa VY
Cartografia
Mappa di localizzazione: Repubblica Ceca
Slavkov u Brna
Slavkov u Brna
Slavkov u Brna – Mappa
Sito istituzionale

Slavkov u Brna (noto anche come Austerlitz, in tedesco) è un comune ceco della Moravia, con status di città, di 6.456 abitanti.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di localizzazione e della Battaglia di Austerlitz

Slavkov si trova a circa 20 km ad est di Brno nei pressi della strada che porta ad Ostrava, e a circa 100 km ad ovest dal confine polacco

Storia[modifica | modifica wikitesto]

All'origine si chiamava Neusedlitz (Novosedlice), citata nel XIII secolo dal cronista Cosma da Praga, quando la città apparteneva già all'Ordine teutonico, che vi costituì una commenda e vi eresse una fortezza, i cui resti sono ancora visibili nella volta delle cantine del castello. Nel 1213 vengono citate le chiese di Santa Maria e di San Giacomo. Nel 1237 il re Venceslao I di Boemia ne confermò la proprietà all'Ordine Teutonico; si suppone che egli abbia incaricato l'Ordine di erigervi una città. Il re Venceslao IV concesse alla città uno stemma ed un sigillo. Poiché Austerlitz sostenne i cattolici nella crociata Hussita, finì col diventare pegno per diversi nobili, cui appartenevano anche i signori della stirpe boema degli Sternberg. Nel 1509 la signoria di Austerlitz passò alla stirpe dei Kaunitz, che la tenne per qualche secolo. La tolleranza religiosa della città contribuì nel XVI secolo al suo sviluppo economico e culturale.

Dal 1528 vi si stabilirono gli anabattisti, che erano stati cacciati dal Tirolo. Nel 1535 circa 80 anabattisti provenienti dalla boema Krumau trovarono rifugio ad Austerlitz.

Il 2 dicembre 1805, durante la guerra della terza coalizione, Slavkov u Brna è stata teatro della famosa Battaglia di Austerlitz, che vide una delle vittorie più brillanti di Napoleone.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Castello di Slavkov (o Castello di Austerlitz o Palazzo Kaunitz). Eretto in origine nello stile rinascimentale, è opera dell'architetto italiano Domenico Martinelli; fu successivamente ristrutturato in stile barocco. Nella Sala storica fu redatto il testo dell'armistizio tra Francia e Potenze Centrali, dopo la battaglia di Austerlitz del 6 dicembre 1805.
  • Rathaus, eretto nel 1592 in stile rinascimentale.
  • Chiesa dell'Ascensione di Cristo, nella piazza principale della città, eretta tra il 1786 e il 1789 a cura dell'architetto viennese Johann Ferdinand Hetzendorf von Hohenberg.
  • Chiesa di San Giovanni Battista, al Cimitero, presso il cimitero, ospita le spoglie della famiglia von Kaunitz, tra cui anche quelle del diplomatico Wenzel Anton von Kaunitz-Rietberg.
  • Cappella di Sant'Urbano del 1712, fortemente danneggiata durante la battaglia di Austerlitz e ricostruita negli anni 1858–1861.
  • Quartiere ebraico, esistente dal 1343, del quale sono ancora presenti la Sinagoga del 1858, la scuola primaria ebraica e il cimitero ebraico.

Persone legate a Slavkov u Brna[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Slavkov u Brna, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.
Controllo di autorità VIAF: (EN165939660 · BNF: (FRcb11954577t (data)
Repubblica Ceca Portale Repubblica Ceca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Repubblica Ceca