Skarabazoo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Skarabazoo
Skarabazoo 2009-2.jpg
Skarabazoo
Paese d'origineItalia Italia
GenereSka
Reggae
Rocksteady
Periodo di attività musicale1998 – in attività
EtichettaManinalto! Records
Album pubblicati4
Sito ufficiale

Gli Skarabazoo sono un gruppo musicale ska italiano nato a Torino nel 1998.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli Skarabazoo si formano nell'autunno del 1998. Sebbene inizialmente ognuno militasse con i rispettivi gruppi, dopo i primi concerti nell'estate del 1999, si concentrano sul progetto Skarabazoo.

Nel gennaio 2000 il gruppo registra la prima demo, La Balera, esibendosi live nei locali della provincia di Torino. Nel febbraio 2001 esce la seconda demo Libera le parole. Quindi suonano in diversi contesti come centri sociali, pub, feste in piazza o universitarie dal Piemonte al Molise.

Nel giugno 2002, il gruppo torna in studio di registrazione e prepara il disco per il settembre successivo. Viene autoprodotto e autodistribuito Tutti giù per terra il novembre 2002. Alcuni brani compaiono in compilation come in Italian Rude Boys della Lambrusko Recors e Punk e Contaminazioni vol. 2 della Sana Records.

Nel marzo 2003 si registrano tre brani, e a giugno viene distribuito in Italia l'EP Lo ska nel mare. Accompagnato da un video. Nel giugno 2004 il gruppo lavora al primo LP. Non riesco a stare fermo esce l'8 aprile 2005.

A partire dall'ottobre 2005 tre dei suoi componenti storici decidono di abbandonare gli Skarabazoo. La ricerca di nuovi componenti si completa nell'autunno successivo. La band acquista sonorità Rocksteady e reggae.

L'album Ti dirò esce nell'autunno 2009, con il produttore Josh Sanfelici (lo stesso di Fratelli di Soledad, Mau Mau, Roy Paci & Aretuska, Lou Dalfin) e la partecipazione di Roberto “Bobo” Boggio dei Fratelli di Soledad.

Nel 2011 gli Skarabazoo pubblicano il nuovo EP La calda estate.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Membri passati[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 2005 - Lo ska nel mare
  • 2010 - That's right
  • 2011 - Sul tetto

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Yari Selvetella, La Scena Ska Italiana. Il Levare (Che Porta Via la Testa), Arcana musica, 2003

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica