Sinfonia n. 8 (Beethoven)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sinfonia n. 8
Beethoven 3.jpg
Ritratto di Ludwig van Beethoven (1804)
Compositore Ludwig van Beethoven
Tonalità Fa maggiore
Tipo di composizione sinfonia
Numero d'opera Op. 93
Epoca di composizione 1812-1813
Prima esecuzione Vienna, 27 febbraio 1814
Durata media 23 minuti
Organico

2 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 2 corni, 2 trombe, timpani, archi

Movimenti

1.Allegro vivace e con brio
2.Allegretto scherzando
3.Tempo di menuetto
4.Allegro vivace

Ludwig van Beethoven cominciò a lavorare alla Sinfonia n. 8 in Fa maggiore op. 93 nel 1811 e, dopo numerosi rimaneggiamenti, arrivò a completarla già nell'estate del 1812. Una realizzazione a tempo di record per le abitudini del maestro. Dopo una prima esecuzione privata, avvenuta nell'aprile 1813 presso la residenza dell'arciduca Rodolfo, fu presentata per la prima volta al pubblico il 27 febbraio 1814 a Vienna. Il manoscritto originale si trova alla Deutsche Staatsbibliothek di Berlino.

L'ottava sinfonia è la più breve e più atipica delle composizioni sinfoniche di Beethoven. Di carattere brillante e spirituale, essa segna un ritorno inatteso ad una forma decisamente classica, consona ai modelli di Mozart e Haydn. Tuttavia, salvo l'aspetto formale della composizione, per esempio il ritorno del minuetto come terzo movimento o la breve durata della composizione nel suo insieme (in tutto 26 minuti circa), la sinfonia n. 8 rimane indubbiamente un'opera della maturità artistica del compositore per la cura del lavoro strumentale ed il sapiente sviluppo del gioco armonico.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica