Shirley Temple (cocktail)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Uno Shirley Temple, in variante "canadese": con il succo d'arancia (in alternativa alla soda) e una fetta di lime.

Lo Shirley Temple è un cocktail analcolico inventato all'hotel Royal Hawaien di Waikiki (nelle Hawaii) in onore della giovane attrice Shirley Temple negli anni trenta, e successivamente ripreso dai barman del mondo intero. Si ottiene miscelando due parti di ginger ale con una parte di sciroppo di granatina.

Composizione e preparazione[modifica | modifica wikitesto]

La ricetta originale prevede:

  • una parte di sciroppo di granatina
  • due parti di ginger ale
  • due parti di acqua aromatizzata gassata (limonata, soda)

Il cocktail va servito fresco, accuratamente mescolato in un bicchiere alto (come per esempio il "Collins") o un generico Tumbler, con del ghiaccio o liscio e guarnito con un disco di limone e/o una ciliegia candita.

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Sostituendo il ginger ale con la cola si ottiene un altro famoso coctkail analcolico: il Roy Rogers che va preparato senza aggiunta di acqua aromatizzata.

Lo Shirley Temple nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Nel videogioco Monkey Island 2: LeChuck's Revenge la bevanda è citata in un dialogo tra il protagonista e il gestore di un bar di Scabb Island, il quale sarcasticamente gli propone tale analcolico per la ragion del fatto che egli sarebbe troppo giovane per bere il grog.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cucina