Shane McConkey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Shane McConkey
Shane McConkey(BASE Race08).jpg
Shane McConkey nel 2008
Dati biografici
Nazionalità Canada Canada
Sci
 

Shane McConkey (Vancouver, 30 dicembre 1969Pordoi, 26 marzo 2009) è stato uno sciatore, freerider e base jumper canadese.

È famoso soprattutto per aver contribuito all'evoluzione del freeride, prendendo parte a un gran numero di filmati e sviluppando gli sci a spatola larga, detti fat, adatti allo sci in neve fresca, e per aver unito lo sci al base jumping (ski Base jumping).[1]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

È nato a Vancouver, nella Columbia Britannica, da genitori entrambi sciatori: suo padre Jim, canadese, è stato infatti uno dei primi sciatori estremi negli anni sessanta,[2] mentre sua madre Glenn, statunitense, era una maestra di sci.[3]

Jim McConkey e Glenn divorziano quando Shane ha tre anni e madre e figlio si trasferiscono da Vancouver a Squaw Valley in California. Qui Shane impara a sciare dalla madre e inizia a praticare il fuoripista. Durante le visite al padre in Canada i due sciano insieme a Whistler. Frequenta anche la Burke Mountain Academy, una scuola dove si insegna lo sci, presso il Burke Mountain in Vermont.[4]

Nel 1993, a 24 anni, partecipa alla sua prima competizione al Pro Mogul Tour, una gara di freestyle su gobbe in parallelo, con due zone di salto. Nel 1994 vince il campionato di freeskiing sudamericano ed è secondo al World Extreme Skiing Championship (WESC).[3] Sempre nel 1994 si trasferisce da Vail a Squaw Valley.[5] Nel 1995 vince il campionato nazionale di freeskiing.

Nel 1996 fonda la International Free Skiers Association (IFSA), con l'intenzione di creare una associazione a capo del freeskiing guidata dagli atleti stessi. In quegli anni il freeskiing era un insieme di discipline tra cui il big mountain, lo slopestyle, l'halfpipe, il big air e lo ski cross.[6]

Ha preso parte a numerosi video e film del genere, la maggior parte dei quali con il produttore cinematografico Matchstick Productions, con sede in Colorado.[7]

Sci Spatula e Pontoon[modifica | modifica sorgente]

È stato il primo ad applicare la tecnologia rocker degli sci da sci nautico a quelli da neve.[8] Si tratta di sci con camber (in italiano curvatura) inverso, la parte centrale dello sci a contatto del terreno e la punta e la coda elevate. Questa forma permette un migliore galleggiamento e cambio di direzione nella neve polverosa. A questa caratteristica ha aggiunto la sciancratura inversa, ossia più largo al centro. I primi sci così ideati sono stati gli Spatula, prodotti della Volant dal 2001, e successivamente i Pontoon della K2 dal 2006, con il passaggio di McConkey a quest'ultima azienda.[9]

Dopo la morte di McConkey la K2 ha prodotto uno sci commemorativo, gli Shane McConkey Tribute Skis, con serigrafie dedicate.[10]

Base jumping[modifica | modifica sorgente]

Ha inoltre praticato il base jumping, divenendo in questo campo uno fra i primi a utilizzare anche gli sci (in inglese ski Base jumping o ski BASEing).[11] Di questo tipo di salti è particolarmente noto quello effettuato dall'Eiger nel 2004, partendo con un doppio frontflip.[9] Per questa impresa è stato nominato ai Laureus World Sports Awards 2005 nella categoria Sportivo alternativo dell'anno.[12]

Ha poi aggiunto, oltre agli sci, anche la tuta alare, attraverso un sistema di sgancio degli attacchi in volo.[13]

La scomparsa in Italia[modifica | modifica sorgente]

Ha perso la vita il 26 marzo 2009, a 39 anni, durante l'esecuzione di un salto con sci e tuta alare dal Sasso Pordoi in Trentino. Dopo l'esecuzione di un doppio backflip, il meccanismo di sgancio degli sci non ha funzionato, McConkey per tentare di compiere ugualmente il volo li ha sganciati manualmente, ritrovandosi però poi dopo dodici secondi a una quota troppo bassa, rendendo inutile il tentativo di aprire il paracadute.[1]

Dal 2010 fa parte della U.S. Ski and Snowboard Hall of Fame.[3]

Manifestazioni professionistiche[modifica | modifica sorgente]

Nel seguente elenco sono riportate le principali manifestazioni professionistiche a cui ha partecipato McConkey:

  • 1994:
    • World Extreme Skiing Championship - 2° - Si è disputata ad aprile a Valdez in Alaska e si trattava della quarta edizione della competizione.[14]
    • Pro Mogul Tour Overall - 8° - Il Pro Mogul Tour è una competizione di freestyle su gobbe presente dalla fine degli anni settanta.[15]
  • 1995:
    • Pro Mogul Tour Overall - 16°
  • 1996:
    • World Extreme Skiing Championship - 6°
  • 1998:
    • IFSA Freeskiing World Tour - 1°[16]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Nel seguente elenco i video e film a cui ha partecipato:[19]

  • Nick Nixon's Ski Theater (1992)
  • Nick Nixon's Alpine Rapture (1993)
  • TGR's The Realm (1994)
  • Walls of Freedom (1996), 87' di Scott Gaffney[20]
  • Pura Vida (1997)
  • Sick Sense (1998)
  • Global Storming (1999)
  • 1999
  • There's Something About McConkey (2000)[21]
  • Ski Movie (2000) 60'[22]
  • Ski Movie 2: High Society (2001) 89'[23]
  • Ski Movie III: The Front Line (2002) 96' di Scott Gaffney, Murray Wais, Steve Winter[24]
  • Immersion (2002)
  • Focused (2004)
  • Warren Miller's Higher Ground (2005)
  • The Hit List (2005)
  • Yearbook (2005) di Steve Winter[25]
  • Push (2006)
  • Steep (2007) di Mark Obenhaus[26]
  • Seven Sunny Days (2007) - Contiene un tributo di McConkey a James Bond, in particolare alla sequenza di inseguimento sulla neve nel film La spia che mi amava.[27]
  • Claim (2008)
  • In Deep: The Skiing Experience (2009)
  • G.N.A.R. (2010)
  • McConkey (2013)[28]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

  • U.S. Ski and Snowboard Hall of Fame dal 2010[3][29]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Scott Gaffney, Matchstick Productions - Shane McConkey Official Statement, skimovie.com. URL consultato il 19 novembre 2012.
  2. ^ (EN) James Winston (Jim) McConkey, skimuseum.ca. URL consultato il 23 novembre 2012.
  3. ^ a b c d (EN) Shane McConkey, skihall.com. URL consultato il 23 novembre 2012.
  4. ^ Fry, op. cit., p. 22
  5. ^ (EN) Edward Stoner, Big-mountain skier Shane McConkey dies, aspentimes.com, 26 marzo 2009. URL consultato il 23 novembre 2012.
  6. ^ (EN) History of IFSA, freeskiers.org. URL consultato il 28 aprile 2013.
  7. ^ (EN) Matchstick Productions - Company, skimovie.com. URL consultato il 24 novembre 2012.
  8. ^ (EN) Rocker - Definition, waterski.about.com. URL consultato il 23 novembre 2012.
  9. ^ a b Story, op. cit., p. 32
  10. ^ (EN) K2 Releases Shane McConkey Tribute Ski, skinet.com, 8 marzo 2009. URL consultato il 23 novembre 2012.
  11. ^ (EN) Austin Murphy, Death of Shane McConkey rocks extreme skiing community, cnn.com, 3 aprile 2009. URL consultato il 24 novembre 2012.
  12. ^ (EN) Shane McConkey - Alternative - 2005, laureus.com. URL consultato il 24 novembre 2012.
  13. ^ (EN) Mike Peake, Wingsuit flying: taking it to extremes, telegraph.co.uk, 2 febbraio 2009. URL consultato il 24 novembre 2012.
  14. ^ (EN) Chaco Mohler, Competition - Extreme Comes of Age in Skiing, Bonnier Corporation, settembre 1994, pp. p. 40. ISSN: 0037-6264. URL consultato il 23 novembre 2012.
  15. ^ (EN) The World Pro Mogul Tour in Skiing, Bonnier Corporation, marzo 1990, pp. pp. 65-69. ISSN: 0037-6264. URL consultato il 25 novembre 2012.
  16. ^ (EN) IFSA Tour History, freeskiers.org. URL consultato il 25 novembre 2012.
  17. ^ a b Winter X Games 2012 facts and feats, ESPN.com, 21 dicembre 2011. URL consultato il 25 novembre 2012.
  18. ^ Devon O'Neil, X Games nixes Snowboard X, Skier X, ESPN.com, 23 agosto 2012. URL consultato il 25 novembre 2012.
  19. ^ (EN) About Shane, shanemcconkey.org. URL consultato il 24 novembre 2012.
  20. ^ (EN) Walls of Freedom in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.
  21. ^ (EN) There's Something About McConkey in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.
  22. ^ (EN) Ski Movie in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.
  23. ^ (EN) Ski Movie 2: High Society in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.
  24. ^ (EN) Ski Movie III: The Front Line in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.
  25. ^ (EN) Yearbook in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.
  26. ^ (EN) Steep in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.
  27. ^ Nathan Peacher, Remembering McConkey – Shane McConkey is 007, powdermag.com, 30 marzo 2009. URL consultato il 23 novembre 2012.
  28. ^ (EN) Shane McConkey Documentary Teaser, freeskier.com, 26 marzo 2012. URL consultato il 19 novembre 2012.
  29. ^ Honored Members - U.S. Ski and Snowboard Hall of Fame and Museum, skihall.com. URL consultato il 23 novembre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]