Setos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Setos
Flag of Setomaa.svg
Bandiera
 
Nomi alternativiSetoq, Setu[1]
Luogo d'origineEstonia Estonia sudorientale, Russia Russia nordoccidentale
Popolazionecirca 10 184
Linguadialetto seto
Religionecristiana ortodossa di rito estone
Gruppi correlatiFinnici del Baltico
Distribuzione
Estonia Estonia circa 10 000
Russia Russia[2] 184

I Setos, detti anche Setoq o Setu,[1] rappresentano una etnia autoctona e una minoranza linguistica che vive tra il sud est dell'Estonia e il nord ovest della Russia.

Per lo più i Setos parlano il seto, una lingua simile al finlandese, all'estone e al voro appartenente al ceppo linguistico Baltico-Finlandese che fa parte del gruppo Ugro-Finnico.

La maggioranza dei Setos professa la religione cristiana ortodossa di rito estone, che spesso convive con la religione precristiana che i Setos non hanno mai del tutto abbandonato.

Localizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono circa 10 184 Setos nel mondo.

La maggior parte di loro però si trovano nella regione Seto (Setomaa) che è divisa tra il Sud-Est dell'Estonia (tra le regioni Põlvamaa e Võrumaa) e il Nord Ovest della Federazione Russa nella Regione di Pskov-Contea di Petseri

A causa del confine sud-orientale non ancora stabilito fra Estonia e Russia, questo popolo è destinato per il momento a vivere diviso tra le due nazioni.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Michael Palin, Viaggio nella nuova Europa, traduzione di Marco Bertoli, Sagoma, 2011, ISBN 978-88-6506-020-9.
  2. ^ censimento 2002
  3. ^ fonte Lonely Guide

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]