Sentiero dei Franchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sentiero dei Franchi
Sentiero franchi.jpg
Segnavia e bacheca presso la sacra di San Michele
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Piemonte
Provincia città metropolitana di Torino
Catena montuosa Alpi Cozie
Percorso
Tipo sentiero escursionistico
Partenza Sacra di San Michele
Arrivo Oulx
Lunghezza 60 km circa
Aspetti escursionistici
Attrezzato per disabili no
Percorrenza
Difficoltà medio

Il sentiero dei Franchi è un percorso escursionistico che si sviluppa nella val di Susa in Piemonte.

Aspetti storici[modifica | modifica wikitesto]

L'itinerario ricalca l'ipotetico sentiero che Carlo Magno e le sue truppe avrebbero seguito nel 773 per aggirare dall'alto l'esercito dei Longobardi accampato a chiusa di San Michele nel fondovalle.[1] La leggenda, successivamente ripresa da Alessandro Manzoni nella tragedia Adelchi (atto II, scena III), narra che a fare da guida a Carlo Magno su questo sentiero fu un certo diacono Martino, inviato dall'arcivescovo di Ravenna su disposizione del papa.[1]

La successiva battaglia delle Chiuse longobarde determinò la penetrazione dei Franchi in Piemonte e di lì a poco la fine del regno dei Longobardi nel nord Italia dopo due secoli di dominio incontrastato.

Tracciato[modifica | modifica wikitesto]

Il tracciato parte dalla sacra di San Michele e, mantenendosi sempre sulla destra orografica della valle, raggiunge dopo circa 60 km il comune di Oulx.

Segnaletica[modifica | modifica wikitesto]

Il percorso escursionistico è indicato con segni di vernice gialla oppure con segnavia bianchi e rossi recanti la sigla "SF", oltre che con numerosi cartelli.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b A cavallo per la val di Susa sulle orme dei Franchi-Così, forse, Carlo Magno ha aggirato i Longobardi, Stampasera, 23/08/1986 Torino cronaca, p.3

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]