Seijun Suzuki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ritratto di Seijun Suzuki

Seijun Suzuki (鈴木 清順 Suzuki Seijun?), pseudonimo di Seitarō Suzuki (鈴木 清太郎 Suzuki Seitarō?; Tokyo, 24 maggio 1923Tokyo, 13 febbraio 2017), è stato un regista giapponese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1956 e il 1967 ha realizzato circa 40 film (principalmente B-movie di genere yakuza) per la casa di produzione Nikkatsu. Durante questi anni il suo stile si è fatto sempre più surreale e "artistico", il che ha provocato le ire della produzione, la quale è arrivata a licenziare il regista in seguito alla realizzazione di La farfalla sul mirino (Koroshi no rakuin, 1967), che è diventato il suo film più famoso. Per 10 anni Suzuki ha potuto lavorare solo per la televisione.

Ha ricominciato a dirigere film per il cinema con Storia di dolore e tristezza (Hishu monogatari, 1977). Negli anni successivi ha diretto la “trilogia dell'era Taishô”, composta da Tsuigoineruwaizen, (1980), Il teatro delle illusioni (Kagerô-za, 1981) e Yumeji (1991). Insieme a Shigetsugu Yoshida ha co-diretto Lupin III - La leggenda dell'oro di Babilonia (Rupan Sansei - Babiron no Oogon Densetsu, 1985), il terzo lungometraggio d'animazione della serie di Lupin III. I suoi ultimi due film, Pistol Opera (Pisutoru opera, 2001) e Princess Raccoon (Operetta Tanuki Goten, 2005) sono stati entrambi presentati alla mostra del cinema di Venezia.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN112091182 · ISNI (EN0000 0000 8409 3478 · LCCN (ENn83000268 · GND (DE137548680 · BNF (FRcb14008632x (data) · ULAN (EN500404046