Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Seijun Suzuki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ritratto di Seijun Suzuki

Seijun Suzuki (鈴木 清順 Suzuki Seijun?), pseudonimo di Seitarō Suzuki (鈴木 清太郎 Suzuki Seitarō?; Tokyo, 24 maggio 1923Tokyo, 13 febbraio 2017), è stato un regista giapponese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1956 e il 1967 ha realizzato circa 40 film (principalmente B-movie di genere yakuza) per la casa di produzione Nikkatsu. Durante questi anni il suo stile si è fatto sempre più surreale e "artistico", il che ha provocato le ire della produzione, la quale è arrivata a licenziare il regista in seguito alla realizzazione di La farfalla sul mirino (Koroshi no rakuin, 1967), che è diventato il suo film più famoso. Per 10 anni Suzuki ha potuto lavorare solo per la televisione.

Ha ricominciato a dirigere film per il cinema con Storia di dolore e tristezza (Hishu monogatari, 1977). Negli anni successivi ha diretto la “trilogia dell'era Taishô”, composta da Tsuigoineruwaizen, (1980), Il teatro delle illusioni (Kagerô-za, 1981) e Yumeji (1991). Insieme a Shigetsugu Yoshida ha co-diretto Lupin III - La leggenda dell'oro di Babilonia (Rupan Sansei - Babiron no Oogon Densetsu, 1985), il terzo lungometraggio d'animazione della serie di Lupin III. I suoi ultimi due film, Pistol Opera (Pisutoru opera, 2001) e Princess Raccoon (Operetta Tanuki Goten, 2005) sono stati entrambi presentati alla mostra del cinema di Venezia.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1956:
    • Minato No Kanpai-Shôri wo Waga Te Ni (Il brindisi del porto-La vittoria a portata di mano)
    • Hozuna wa Utau: Umino Junjô (Emozione pura del mare)
    • Akuma no Machi (La città di Satana)
  • 1957:
    • Ukikusa no Yado
    • Hachi-jikan no Kyôfu (Otto ore di terrore)
    • Rajo to Kenjû (La donna e la pistola)
  • 1958:
    • Ankokugai no Bijo
    • Fumihazushita Haru
    • Aoi Chibusa
    • Kagenaki Koe
  • 1959:
    • Ankoku no Ryoken
    • Suppadaka no Nenrei
  • 1960:
    • Sono Gosôsha wo Nerae'
    • Kemono no Nemuri
    • Mikkô Zero Line
    • Subete ga Kurutteru
    • Kutabare Gurentai
  • 1961:
    • Tokyo Kishitai
    • Muteppô Taishô
    • Sandanjû no Otoko
    • Tôge wo Wataru Wakai Kaze
    • Kaikyô, Chi ni Somete
    • Hyakuman doru wo Tatakidase.
  • 1962:
    • High-Teen Yakuza
    • Ore ni Kaketa Yatsura
  • 1963:
    • Tantei Jimusho 23 - Kutabare Akutoudomo (Ufficio investigativo 23: crepate bastardi!)
    • Yagû No Seishun (La giovinezza di una belva umana)
    • Akutarô (Bastardo)
    • Kantô Mushuku (Il vagabondo del Kanto)
  • 1964:
  • 1965:
    • Shunpû den (Storia di una prostituta)
    • Akutarôden - Warui Hoshi no Shita Demo
    • Irezumi Ichidai (Una generazione di tatuati)
  • 1966:
    • Kawachi Karumen (Carmen di Kawachi)
    • Tokyo Drifter (Tôkyô Nagaremono)
    • Kenka ereji (Elogio della lotta)
  • 1967: La farfalla sul mirino (Koroshi no rakuin)
  • 1977: Hishû Monogatari (Storia di dolore e tristezza)
  • 1980: Tsigoineruwaizen
  • 1981: Kagerô-za (Il teatro delle illusioni)
  • 1985: Lupin III - La leggenda dell'oro di Babilonia (Rupan Sansei - Babyron No Ougon Densetsu)
  • 1991: Yumeji
  • 2001: Pistol Opera (Pisutoru opera)
  • 2005: Operetta Tanuki Goten (Princess Raccoon)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN112091182 · ISNI (EN0000 0000 8409 3478 · LCCN (ENn83000268 · GND (DE137548680 · BNF (FRcb14008632x (data) · ULAN (EN500404046