Sears

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sears
Logo
Searsessentials.jpg
StatoStati Uniti Stati Uniti
ISINUS8123501061
Fondazione1892 a Chicago
Fondata da
  • Richard Warren Sears
  • Alvah Curtis Roebuck
Sede principaleHoffman Estates
Persone chiave
  • Eddie Lampert chairman
  • Mohsin Y. Menghji (capo della ristrutturazione)
  • Robert A.Riecker CFO
SettoreGrande distribuzione
FatturatoUS$ 16,702 miliardi[1] (2017)
Utile nettoUS$ 89 milioni[1] (2017)
Dipendenti140.000 (2017)
Sito web

Sears (ufficialmente Sears, Roebuck & Company) è una catena di grande distribuzione statunitense fondata a Chicago nel 1892 da Richard Warren Sears e Alvah Curtis Roebuck per vendite per corrispondenza su catalogo, aprendo successivamente il primo negozio nel 1925 a Evansville, in Indiana, e il primo grande magazzino a Chicago nel suo ex stabilimento di vendita per corrispondenza. All'inizio la sede centrale era situata nella Sears Tower di Chicago, in seguito a Hoffman Estates, nell'Illinois. Nel 2005 la società è acquistata dal management della catena americana Kmart con la costituzione del gruppo Sears Holdings ed i marchi Sears e Kmart. È stata la più grande catena al dettaglio degli Stati Uniti fino al 1989 quando è superata da Walmart[2]. Dopo diversi anni di vendite in declino (nel 2017 era scesa ad occupare il 23° posto tra le cento maggiori catene al dettaglio americane),[3] il 15 ottobre 2018 ha dichiarato bancarotta[4] per i troppi debiti (circa 10 miliardi di dollari)[5] in modo da poter continuare ad operare senza la pressione dei creditori.[5]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Richard Warren Sears, nato nel 1863 in una famiglia benestante del Minnesota, è costretto dalla morte del padre avvenuta poco dopo aver perso la fortuna di famiglia in una speculazione, a lavorare ancora diciottenne nella stazione ferroviaria a North Redwood e poi a Minneapolis. Riuscendo a fare anche altro: vendere a un prezzo più alto orologi comprati a basso prezzo. Così nel 1886 inizia a Minneapolis un'attività di vendita per corrispondenza di orologi, chiamandola "RW Sears Watch Company". L'anno dopo si trasferisce a Chicago pubblicando il primo catalogo di vendita per corrispondenza: non solo orologi ma anche diamanti e gioielli. Nel 1889 Sears decide di vendere la sua attività per 100.000 dollari ($ 2,7 milioni di oggi) e si trasferisce nello Iowa con l'intenzione di vivere di rendita.

Ma è un tipo inquieto e nel 1892 torna a Chicago fondando una nuova società di vendita per corrispondenza (ancora orologi e gioielli) insieme a Alvah Curtis Roebuck, un orologiaio conosciuto ai tempi di Minneapolis. Nel 1893 nasce la Sears, Roebuck & Company con una diversificazione delle linee di prodotti offerti nei cataloghi. Nel 1894 il catalogo è cresciuto fino a 322 pagine, comprendente macchine da cucire, biciclette, articoli sportivi, automobili (prodotte successivamente, dal 1905 al 1915, dalla Lincoln Motor Car Works di Chicago) e una miriade di altri nuovi elementi, dalle bambole ai fornelli e generi alimentari. Nel 1895 il catalogo è di 532 pagine, le vendite superano i 400.000 dollari (10,9 milioni di dollari di oggi), due anni dopo raddoppiano.

Nell'agosto 1895 metà della società è acquistata da un uomo d'affari di Chicago, Aaron Nusbaum, e dal cognato Julius Rosenwald per 75 mila dollari (2,2 milioni di oggi). Sears e Rosenwald si trovano subito d'accordo, non così con Nusbaum. Nel 1903 altro passaggio di proprietà: Sears e Rosenwald rilevano la quota di Nusbaum per 1,3 milioni di dollari (35,4 milioni oggi). Nel 1906 la quotazione a Wall Street con una IPO che è la prima grande IPO al dettaglio nella storia finanziaria americana. Dal 1924 al 1999 la società è stata una componente del Dow Jones Industrial Average. Sempre quell'anno apre la sua fabbrica di cataloghi e la Sears Merchandise Building Tower nel West Side di Chicago. L'edificio è la prima pietra di quello che sarebbe diventato il complesso di 16 ettari della società con uffici, laboratori e operazioni di vendita per corrispondenza a Homan Avenue e Arthington Street. Il complesso diventa la sede centrale dell'azienda fino al 1973, anno in cui è completata la Sears Tower, ed è utilizzato come base per gli ordini postali fino al 1993.

La diversificazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1908 Sears lascia la presidenza per motivi di salute, al suo posto subentra Rosenwald. Il successo di vendite continua non solo perché i prezzi sono più bassi (in media del 50%) ma anche per un efficiente smaltimento degli ordini: ogni ordine ha un tempo stabilito entro il quale deve essere evaso. Per rispettare la tempistica, l'ordine viaggia dal deposito all'ingrosso al settore imballaggio su nastri trasportatori e scivoli: un sistema conosciuto come "la settima meraviglia" del mondo del commercio al punto da indurre Henry Ford a visitarlo per studiarne la tecnica di assemblaggio.[5] Ma all'inizio del 1920 il settore agricolo americano incontra qualche difficoltà, le vendite per corrispondenza calano pesantemente e Rosenwald (rimarrà presidente sino alla sua morte nel 1932) decide di spostare il peso del business dall'America agricola a quella urbana abbandonando gradualmente le vendite su catalogo e aprendo i primi negozi (il primo nel 1924) e grandi magazzini.

Nel 1931 è creata Allstate Insurance Company, dagli anni venti agli anni cinquanta sono aperti molti grandi magazzini urbani negli Stati Uniti, in Canada e in Messico, nel 1959 nasce anche Homart Development Company per lo sviluppo di centri commerciali. Nel corso dei decenni sono fondati importanti marchi come Kenmore, Craftsman, DieHard, Silvertone, Supertone e Toughskins. Negli anni cinquanta-sessanta la società diventa un conglomerato, aggiungendo Dean Witter e Coldwell Banker nel 1981, dando vita a Prodigy come joint venture con IBM nel 1984 e introducendo la carta di credito Discover nel 1985.

Nel 1974 Sears completa la Sears Tower di 110 piani a Chicago, che diventa l'edificio più alto del mondo. Tra il 1993 e il 1995 trasferisce la sede centrale nel nuovo Prairie Stone Business Park a Hoffman Estates, Illinois. Il Sears Center è un'arena polifunzionale da 10 mila posti situata negli Hoffman Estates adiacente al campus Prairie Stone. Anche se i suoi diritti di denominazione per l'edificio sono scaduti nel 2003, è rimasta la Sears Tower fino all'estate del 2009 quando l'assicurazione Willis Group Holdings, Ltd., con sede a Londra, l'ha rinominata Willis Tower.[6]

Negli anni novanta la società inizia a disinvestire dalle sue attività finanziarie, con conseguenze negative sui profitti dell'azienda. Cede così la sua divisione di servizi finanziari che includeva le attività di brokeraggio Dean Witter Reynolds e Discover Card, nel 1995 cede anche l'edificio alla General Growth Properties.[7] Nel 1996 acquisisce invece la catena Orchard Supply Hardware e avvia nel 1997 il negozio di articoli per la casa The Great Indoors.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Sears Holding Company, Annual Report (PDF), in Sears Holdings.
  2. ^ (EN) 1990 Sales Lift Wal-mart Into Top Spot, Sun Sentinel, 15 febbraio 1991. URL consultato il 15 gennaio 2014.
  3. ^ (EN) 2017 Top 100 Retailers, in STORES.org. URL consultato il 4 novembre 2017.
  4. ^ (EN) Michael Corkery, Sears, the Original Everything Store, Files for Bankruptcy, in The New York Times, 14 ottobre 2018.
  5. ^ a b c L'americana Sears in bancarotta, in Rai news, 15 ottobre 2018. URL consultato il 15 ottobre 2018.
  6. ^ (EN) Michael Conlon, Tallest U.S. building to get new name, in Reuters, 12 marzo 2009. URL consultato il 17 luglio 2009.
  7. ^ (EN) Jim Zarroli, Retail Real Estate Braces For Sell-Off, in National Public Radio, 19 aprile 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN121945767 · ISNI (EN0000 0001 0940 1140 · LCCN (ENn79129205 · GND (DE5263677-X · BNF (FRcb118671257 (data) · ULAN (EN500231103 · NLA (EN35487204