Scilloideae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Scilloideae
Scilla bifolia 070406.jpg
Scilla bifolia
Classificazione Cronquist
Deletion icon.svg taxon non contemplato
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiospermae
(clade) Monocotyledones
Ordine Asparagales
Famiglia Asparagaceae
Sottofamiglia Scilloideae
Burnett, 1835[1]
Sinonimi
Generi
  • vedi testo

Scilloideae Burnett, 1835[1] è una vasta sottofamiglia di piante floreali monocotiledoni della famiglia Asparagaceae, secondo il sistema APG III del 2009.

Può essere trattata anche come famiglia separata all'interno dell'ordine Asparagales con il nome di Hyacinthaceae.

Le piante della sottofamiglia sono erbacee perenni bulbose.

Fra di esse vi sono parecchie comuni piante da giardino, quali Hyacinthus, Hyacinthoides, Muscari e Scilla. Alcuni generi sono molto importanti per la produzione di fiori recisi.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Le Scilloideae sono prevalentemente presenti nelle aree a clima mediterraneo, tra le quali vi sono anche il Sud Africa, l'Asia Centrale e il Sud America.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le Scilloideae possiedono sei tepali e sei stami con un ovario superiore; per queste caratteristiche in precedenza erano state classificate con i gigli.

Possiedono foglie carnose mucillaginose disposte in una rosetta basale.

Caratteristica di queste piante è la produzione di composti velenosi (bufodienolidi e cardenolidi).

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

In passato, le Scilloideae, come la maggior parte delle piante monocotiledoni, erano collocate nella estremamente ampia famiglia dei gigli (Liliaceae). I sistemi attuali di classificazione, come il sistema APG III del 2009, riconoscono questa sottofamiglia. Può anche essere trattata come famiglia separata con il nome di Hyacinthaceae, come tuttora fanno molti ricercatori e come facevano i precedenti sistemi APG. La determinazione dei confini tra i diversi generi delle Scilloideae è un'area di ricerca tuttora attiva.

Generi assegnati alla sottofamiglia[modifica | modifica wikitesto]

Il numero di generi varia ampiamente da fonte a fonte, da circa 20 a circa 70. La situazione corrente è stata descritta come uno "stato di flusso"[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Gilbert Thomas Burnett, Outlines of Botany, Londra, J. Churchill, 1835, p. 428, OCLC 9537633.
  2. ^ M.W. Chase, J.L. Reveal e M.F. Fay, A subfamilial classification for the expanded asparagalean families Amaryllidaceae, Asparagaceae and Xanthorrhoeaceae, in Botanical Journal of the Linnean Society, vol. 161, nº 2, 2009, pp. 132–136, DOI:10.1111/j.1095-8339.2009.00999.x.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica