Santuario di Nostra Signora dei Piani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Santuario di Nostra Signora dei Piani
Piani campanile Assunta.jpg
StatoItalia Italia
RegioneLiguria
LocalitàPiani (Imperia)
ReligioneCattolica
TitolareMaria
Diocesi Albenga-Imperia
Inizio costruzioneXIV secolo
CompletamentoXVIII secolo

Coordinate: 43°52′45.76″N 7°58′50.97″E / 43.879378°N 7.980825°E43.879378; 7.980825

Il santuario di Nostra Signora dei Piani è un santuario situato nella frazione di Piani nel comune ligure di Imperia in provincia di Imperia. La principale festività si celebra il 15 agosto nella ricorrenza religiosa dell'Assunzione di Maria.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dedicato all'Assunta, secondo alcune fonti il culto religioso fu introdotto dai monaci Benedettini antecedente il XIV secolo. Già pieve battesimale per le comunità locali delle valli di Porto Maurizio, fu dal Trecento sede del santuario dei Cavalieri di San Giovanni d'Acri. La struttura fu ampliata nel XVI secolo e radicalmente trasformata in arte barocca, con la creazione di un'unica navata, nel corso del XVIII secolo dal maestro Giovanni Battista Marvaldi e il figlio Giacomo Filippo Marvaldi.

Della precedente chiesa restano tuttora visibili le tre absidi e un breve tratto di mura con archetti pensili nella zona dell'attiguo campanile. Gli affreschi interni dell'abside centrale, originali e raffiguranti scene di vita della Vergine Maria e gli apostoli, sono opera del pittore Tomaso Biazaci che li realizzò nel 1488.

All'interno è conservata la statua lignea della Madonna, di provenienza iberica, ubicata nel terzo altare a destra tra le raffigurazioni dei Misteri del Rosario e la tela di Batta Casanova del 1609.

Un tradizionale racconto di Porto Maurizio asserisce che proprio in questa chiesa tenne la sua prima missione san Leonardo da Porto Maurizio, devoto a Nostra Signora dei Piani.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Meriana, Guida ai Santuari in Liguria, Genova, Sagep Editrice, 1990, ISBN 88-7058-361-9.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]