Santicle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Santicle (in greco antico: Ξανθικλῆς, Xanthiklès; Acaia, metà V secolo a.C. – metà IV secolo a.C.) è stato un militare greco antico che partecipò alla spedizione dei Diecimila condotta da Ciro il Giovane contro il fratello Artaserse.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Diecimila (Anabasi).

Santicle venne eletto come stratego dei Diecimila al posto di Socrate di Acaia, quando quest'ultimo, con Clearco e gli altri strateghi, venne catturato con un tranello da Tissaferne e giustiziato (401 a.C.).[1]

Quando l'esercito dei mercenari raggiunse Cotiora, Santicle venne multato dal tribunale convocato per controllare il comportamento dei generali per una carenza nei carichi delle navi che avevano portato i soldati da Trapezunte, dei quali doveva occuparsi.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Senofonte, III, 1, 47.
  2. ^ Senofonte, V, 8, 1.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie
Fonti secondarie