Sante Zirioni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sante Zirioni

Sante Zirioni (Acquaviva delle Fonti, 1928Acquaviva delle Fonti, 1994) è stato uno storico, giornalista e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sante Zirioni nell'area archeologica di Salentino.

Come giornalista, Sante Zirioni fu corrispondente di ANSA, del Secolo d'Italia, de Il Tempo e de La Gazzetta del Mezzogiorno. Inoltre, è stato collaboratore Rai Puglia.

La sua opera storico-letteraria, divenuta indispensabile per comprendere lo sviluppo identitario del territorio in cui ha vissuto, circostanzia minutamente le vicende sociali ed architettonico-edilizie locali e non, che esprimono, di fatto, la naturale prosecuzione della macro-ricostruzione storica di Antonio Lucarelli contenuta nel primo volume dell'opera Notizie e Documenti riguardanti la storia di Acquaviva delle Fonti in Terra di Bari, interamente dedicata ad Acquaviva delle Fonti.

Negli anni '70 segue lo sviluppo degli scavi archeologici nel sito di Salentino, nel territorio di Acquaviva delle Fonti a seguito dei quali verranno recuperate sepolture e corredi funerari datati fra il VI e il IV secolo a.C.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

A Sante Zirioni sono intitolate la sezione acquavivese dell'Archeclub d'Italia[1] e la piazza retrostante la concattedrale di Sant'Eustachio.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ispettore Onorario della Soprintendenza per i Beni culturali e ambientali della Puglia;

Cavaliere della Repubblica (1971);

Stella di Maestro del Lavoro (1987);

Componente della Commissione per l’Arte Sacra nella Diocesi di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Stoccolma 25 giugno 1961, Palo del Colle, Casa Editrice Michele Liantonio, 1975.
  • Gélorme la cornette, Bari, Tipografia Raffaele Damiani, 1978.
  • Acquaviva Sacra e Antica - Studi e ricerche, I, Cassano delle Murge, Tipografica Meridionale, 1979.
  • Acquaviva Sacra e Antica - Studi e ricerche, II, Cassano delle Murge, Tipografica Meridionale, 1981.
  • Acquaviva Sacra e Antica - Il Monastero delle Cappuccinelle di Acquaviva delle Fonti, III, Cassano delle Murge, Tipografica Meridionale, 1982.
  • Acquaviva Sacra e Antica - Il Monastero di S. Chiara, l’Addolorata, il Carmine, S. Angelo, IV, Cassano delle Murge, Tipografica Meridionale, 1984.
  • Il caso Ràkosi - Una vicenda ecologica ad Acquaviva delle Fonti nella seconda metà dell’Ottocento, Cassano delle Murge, Tipografica Meridionale, 1985.
  • Storia della banda musicale di Acquaviva delle Fonti, Cassano delle Murge, Tipografica Meridionale, 1988.
  • Acquaviva Sacra e Antica - Chiese rurali, corti, borghi e casali nel territorio di Acquaviva delle Fonti, V, Cassano delle Murge, Tipografica Meridionale, 1990.
  • Le confraternite laicali in Acquaviva dal XVI al XX secolo, in Le confraternite pugliesi in età moderna 2, Fasano, Schena, 1990, pp. 623-644.
  • La chiesa di San Rocco in Acquaviva delle Fonti, Bari, Graphiservice, 1991.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ NASCE UFFICIALMENTE L'ARCHEOCLUB ACQUAVIVA, su Acquavivanet, 9 febbraio 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]