Daniele di Padova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da San Daniele diacono)
San Daniele
Immagine di San Daniele di Padova, parte del Polittico di san Luca di Andrea Mantegna conservato presso la Pinacoteca di Brera a Milano
Immagine di San Daniele di Padova, parte del Polittico di san Luca di Andrea Mantegna conservato presso la Pinacoteca di Brera a Milano

Diacono e martire

Venerato da Chiesa cattolica
Ricorrenza 3 gennaio
Attributi palma
Patrono di Padova

San Daniele di Padova (o Danilo) è venerato come santo dalla Chiesa cattolica (festeggiato il 3 gennaio) ed è uno dei quattro Patroni di Padova (con Sant'Antonio, San Prosdocimo e Santa Giustina).

Fu martirizzato all'inizio del IV secolo sotto Diocleziano. La scoperta della sua esistenza avvenne solo nel 1075, quando fu ritrovato il suo corpo nell'oratorio di San Prosdocimo. Un'arca romana in marmo di Carrara ne conteneva i resti trafitti da chiodi ed un'iscrizione riportava Hic corpus Danielis martyris et levitae quiescit. La tomba è ora conservata nel Duomo di Padova.

A lui è dedicata la Chiesa di San Daniele (Padova) diacono e martire nei pressi del Prato della Valle con pregevoli affreschi di Sebastiano Santi che ritraggono il martirio, il ritrovamento e la traslazione delle reliquie del santo.

Ad Abano Terme si erge un monastero dedicato al martire, costruito alla fine dell'XI secolo e gestito per quattro secoli dai monaci benedettini.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]