Salve a ti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Salve a ti
inno nazionale nicaraguense
Dati generali
Nazione Nicaragua Nicaragua
Adozione 20 ottobre 1939 de facto
25 agosto 1971 de iure
Lingue spagnolo
Componimento poetico
Autore Salomón Ibarra Mayorga
← Inno precedente Inno successivo →
Hermosa soberana
← 1939
in vigore
Audio
(info file)

Salve a ti (Salve a te) è l'inno nazionale del Nicaragua. L'autore è il poeta Salomón Ibarra Mayorga, che l'ha composto nel 1918. La musica è un antico canto dell'epoca coloniale, adattato da Luis Abraham Delgadillo nella tonalità mi bemolle maggiore.

Testo[modifica | modifica wikitesto]

Testo originale in spagnolo[modifica | modifica wikitesto]

¡Salve a ti, Nicaragua! En tu suelo
ya no ruge la voz del cañón
ni se tiñe con sangre de hermanos
tu glorioso pendón bicolor.

Brille hermosa la paz en tu cielo
nada empañe tu gloria inmortal
que el trabajo es tu digno laurel
y el honor es tu enseña triunfal.

Traduzione in italiano[modifica | modifica wikitesto]

Salve a te, Nicaragua! Sul tuo suolo
non ruggisce più la voce del cannone
né si tinge del sangue dei fratelli
la tua gloriosa bandiera bicolore.

Brilla bella la pace nel tuo cielo
niente offusca la tua gloria immortale,
che il lavoro sia il tuo degno alloro
e l'onore sia il tuo stemma trionfale!

Approvazione ufficiale dell'inno[modifica | modifica wikitesto]

Quest'inno è stato cantato e approvato ufficialmente solo 21 anni dopo la sua creazione: il 20 ottobre del 1939, per opera del Presidente del Nicaragua e dittatore Anastasio Somoza García, con il Decreto Esecutivo No. 3, pubblicato ne La Gaceta, Diario Ufficiale, No. 231 del 24 dello stesso mese e anno.

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica