Saffi di Perlis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Saffi di Perlis
Raja di Perlis
In carica 17 febbraio 1897 –
30 dicembre 1904
Investitura 13 maggio 1897
Predecessore Syed Ahmad III
Successore Syed Alwi IV
Nome completo Tuan Syed Sharif Safi ibni al-Marhum Tuan Syed Alawi Jamal ul-Lail
Nascita Kedah, 10 settembre 1862
Morte Istana di-Raja, Arau, 30 dicembre 1904 (42 anni)
Luogo di sepoltura Mausoleo reale di Arau
Padre Tuan Syed Alawi ibni al-Marhum Tuan Syed Ahmad Jamal ul-Lail
Madre Wan Fatima binti Dato' Wan Ismail
Coniugi Wan Sa'adiah (Michu) (1880-1904)
Tengku Sa'adiah
Sharifa Jahara
Che' Sofia
Che' Shamsia
Figli Raja Tuan Syed Alwi
Tuan Syed Mahmud al-Haj
Raja Tuan Syed Hamza
Tuan Syed Husain
Sharifa Tam
Sharifa Lebar
Sharifa Sofia
Sharifa Hawa
Sharifa Aisha
Sharifa Pok
Religione Musulmano sunnita

Tuan Syed Sharif Safi ibni al-Marhum Tuan Syed Alawi Jamal ul-Lail (Kedah, 10 settembre 1862Arau, 30 dicembre 1904) è stato raja di Perlis in Malaysia dal 1897 al 1904.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Saffi di Perlis nacque nel Kedah il 10 settembre 1862 ed era figlio di Tuan Syed Alawi ibni al-Marhum Tuan Syed Ahmad Jamal ul-Lail e di sua moglie Wan Fatima binti Dato' Wan Ismail. Venne educato presso il Corpo reale dei paggi di Bangkok e presso il St Xavier's Institution di Penang. Il re del Siam gli concesse il titolo di Kun Phra' Mo immediatamente dopo la sua nomina a erede presuntivo con il titolo di Phra' Sundara.

Ascese al trono alla morte del nonno il 17 febbraio 1897. Il re del Siam, all'epoca protettore del Perlis, lo investì ufficialmente al Grande Palazzo Reale di Bangkok il 13 maggio successivo. Il suo regno fu breve ma notevole per gli sforzi compiuti nel migliorare le prospettive economiche dello Stato, grazie alla costruzione di strade, l'istituzione di un regolare servizio di barche a Penang, l'istituzione di sistemi igienico-sanitari, la costruzione di scuole, la promozione dell'agricoltura e della produzione di gomma e all'attrazione di investitori. Grazie a queste iniziative aumentarono sia la popolazione che le entrate statali.

Si sposò cinque volte ed ebbe dieci figli, quattro maschi e sei femmine.

Morì dopo un'operazione per rimuovere un ascesso al fegato, all'Istana di-Raja di Arau il 30 dicembre 1904 e fu sepolto nel mausoleo reale della città.

Onorificenze[1][modifica | modifica wikitesto]

Compagno dell'Ordine dell'Elefante Bianco (Siam) - nastrino per uniforme ordinaria Compagno dell'Ordine dell'Elefante Bianco (Siam)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona (Siam) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona (Siam)

Note[modifica | modifica wikitesto]